Brendon Hartley (STR13-05, Car 28)
Gara: 11° pos.

“È stata davvero una buona gara per me, anche se è irritante non riuscire a fare punti, ma non ci sono stati neanche dei ritiri davanti a noi di cui approfittare. Sono partito con le mescole più dure, quindi per me i primi giri sono stati complicati, ma comunque ho fatto una buona partenza e qualche bel sorpasso. Sapevo che per una buona gara avrei dovuto far durare le gomme più a lungo possibile nel primo stint, ho avuto un grande feedback dal muretto e la strategia ha funzionato bene. Credo che questa sia stata una delle mie migliori prestazioni nella mia carriera in F1, seppur senza la gioia dei punti. La squadra adesso lavorerà sodo per capire il motivo per cui avevamo un buon passo gara in Messico e invece, due settimane dopo, abbiamo faticato qui in Brasile”.

 

 

Pierre Gasly (STR13-02, Car 10)
Gara: 13° pos.

“Sono stato protagonista di belle battaglie oggi, ma è stata una gara difficile. Ho fatto una buona partenza e sono passato in ottava posizione, ma successivamente abbiamo chiaramente sofferto rispetto ai nostri diretti avversari. Ho provato a lottare più che potevo, ma oggi non avevamo il giusto ritmo per andare a punti. Sapevamo che la gara del Brasile sarebbe stata difficile, ma dopo le buone performance mostrate in Messico eravamo un po’ più ottimisti. Dunque, alla fine, siamo un po’ delusi per come è andata questa corsa. Adesso manca solo una gara alla conclusione di questa stagione, quindi speriamo di poter finire in bellezza!”.

 

Franz Tost (Team Principal):
“Pierre è partito nono e ha chiuso tredicesimo, quindi non è un risultato soddisfacente per noi. Non avevamo il giusto passo gara, eravamo semplicemente troppo lenti e dobbiamo capire il motivo. Brendon è partito dalla sedicesima posizione, montando le gomme medie, e abbiamo allungato il suo primo stint prima di farlo rientrare ai box per passare alle Supersoft: è stata una bella mossa, perché è riuscito a migliorare il suo ritmo sul finire della corsa. Sfortunatamente, però, non siamo riusciti a segnare dei punti oggi”.

Toyoharu Tanabe (Honda F1 Technical Director):
“Entrambe le vetture hanno terminato la gara, ma il nostro pacchetto non è stato abbastanza veloce oggi per conquistare dei punti. Non siamo riusciti a sfruttare al meglio la nona posizione in griglia di Gasly. Adesso dobbiamo analizzare tutti i dati di questo weekend e cercare di fare meglio nell’ultimo round della stagione, tra due settimane. A nome della Honda, faccio le congratulazioni alla Mercedes per aver vinto il titolo costruttori”.