Daniil Kvyat (STR11-03, Car 26)
Terza Sessione di Prove Libere – Miglior Giro: 1:13.609, 17° pos., 13 giri
Qualifiche – Miglior Giro: (Q1) 1:13.071, (Q2) 1:12.726, 14° pos.

Daniil Kvyat:

“Una qualifica dignitosa. Non credo che oggi avremmo potuto tirare fuori niente di più dalla macchina: la P14 è il massimo che si potesse ottenere. In queste condizioni difficili, il mio giro in Q2 è stato abbastanza pulito: c’era molto vento ed era complicato trovare un buon bilanciamento della vettura. Sono soddisfatto del mio lavoro oggi. Devo dire che le condizioni del tracciato sono cambiate molto da ieri a oggi, quindi abbiamo dovuto adattarci di conseguenza, continuando a farlo anche durante la sessione, cosa non facile. Detto ciò, questa è una pista in cui è sempre piacevole guidare, ogni curva è diversa da quella precedente: è un circuito con grande personalità! Speriamo in un po’ di pioggia domani, così da poter fare una bella gara”.

Carlos Sainz (STR11-01, Car 55)
Terza Sessione di Prove Libere – Miglior Giro: 1:13.293, 14° pos., 20 giri
Qualifiche – Miglior Giro: (Q1) 1:12.950, (Q2) 1:12.920, 15° pos.

Carlos Sainz:

“Non una delle migliori qualifiche per me, ma neanche una delle peggiori. Sapevamo che non sarebbe stato un compito facile e che avremmo faticato un po’ su questa pista. Entrare in Q3 oggi era troppo difficile. L’inizio della mia sessione è stato positivo e ho fatto un buon tempo in Q1, ma da quel momento in avanti non siamo più riusciti a migliorare davvero e siamo rimasti fuori dalla Q2. Adesso dovremo analizzare il perché non siamo riusciti a migliorarci e quindi prepararci per domani. Penso che sarà una gara interessante: per noi, in condizioni di asciutto, sarà difficile lottare per la zona punti, ma se piove tutto può succedere e poi io mi diverto sempre sul bagnato… Sicuramente stasera, prima di andare a letto, farò la danza della pioggia!”.

Jody Egginton (Head of Vehicle Performance):

“Come ci aspettavamo, il meteo ha cominciato a influenzare le prestazioni in pista, qui in Brasile. In entrambe le sessioni di oggi abbiamo dovuto reagire ed adattare i nostri programmi e, ovviamente, ci si può aspettare che questo trend continui anche per la gara di domani. Per quanto riguarda le sessioni odierne, nelle FP3 siamo sostanzialmente riusciti a completare il nostro programma per entrambi i piloti, fissando dei riferimenti con temperature d’asfalto e ambiente più fresche. Si sono rese necessarie delle modifiche alla preparazione e alla gestione delle gomme e abbiamo testato un paio di elementi che hanno fornito alcuni dati utili per le qualifiche. La Q1 è filata liscia per noi, ma sapevamo che avremmo dovuto trovare qualcosa in più per superare i nostri già noti limiti. Questo è il motivo per cui abbiamo usato un differente approccio per il secondo run in Q1: cosa che purtroppo non ha dato i benefici sperati. Con distacchi così ravvicinati a centro gruppo, la Q2 rappresentava una grande sfida e sfortunatamente non siamo stati in grado di lottare per la Q3. Tuttavia, set-up, ingegneri, piloti… tutto il team ha lavorato bene fin dalle prime prove libere, dando alla vettura un buon bilanciamento generale sia negli stint lunghi che in quelli corti. Così, anche se siamo delusi dal risultato delle qualifiche, ci siamo assicurati un buon assetto per le condizioni di gara. Come ci dicono le previsioni meteo, la gara di domani potrebbe riservare delle sorprese, quindi non vediamo l’ora di correre”.

I risultati completi qui.