Max Verstappen (STR10-02, Car 33)
Gara: 9°

“Che gara grandiosa! Ho fatto una buona partenza e sorpassato Nasr già nel primo settore, ma lui mi ha ripreso, approfittando di un bloccaggio in frenata al tornante e così non ho voluto prendere troppi rischi! È stato un peccato, perché poi sono rimasto bloccato dietro di lui per un bel po’ di giri e ho perso contatto con le altre vetture davanti… Dopo il primo pit-stop ho potuto spingere nuovamente, ma mi sono ritrovato alle spalle prima di Kvyat e poi di Alonso. Ma non mi sono arreso e, alla fine, gli siamo arrivati davanti. Risalire dalla diciassettesima alla nona posizione su un circuito come questo è davvero un buon risultato e sono contento di aver segnato ancora punti. È stata una giornata positiva!”.

Carlos Sainz (STR10-04, Car 55)
Gara: 10°

“È stata una buona gara prima di quell’errore all’entrata dei box: non credo proprio che questa sia stata una delle mie migliori corse finora. Ho fatto un buon primo stint sulle gomme option e uno ancora migliore sulle prime: stavo proprio volando verso le vetture davanti a me. Poi, ad un certo punto, è diventato impossibile superare la Lotus in pista, così abbiamo deciso di provare un undercut. Il team mi ha detto di fare l’opposto di quello che avrebbe scelto Maldonado: sembrava stesse per rientrare e, a quel punto, io sarei rimasto sul tracciato. Invece improvvisamente lui ha continuato e io ho sterzato bruscamente verso l’entrata dei box e ho colpito un dissuasore, danneggiando la mia ala anteriore. Ho così perso un po’ di tempo durante il pit-stop e, anche se avevamo già in programma di fare uno stint lungo, lo è diventato ancora di più stando dietro a Perez, che era lento nelle curve ma veloce nei rettilinei. Ho distrutto le mie gomme rimanendo alle sue spalle e, alla fine, l’unico obiettivo era portare la vettura al traguardo. La squadra ha fatto un ottimo lavoro e sono certo che senza il mio sbaglio avremmo potuto ottenere qualcosa di più della decima posizione. È un errore da rookie, dal quale certamente imparerò. Tutto sommato, però, sono soddisfatto del mio primo Gran Premio del Giappone”.

Franz Tost (Team Principal)

“Considerando che oggi partivamo dalla 10a e 17a posizione, finire con entrambe le macchine a punti è un successo per il team. Sapevamo che Suzuka sarebbe stato un circuito difficile per noi, dato che richiede alte velocità di punta, pertanto devo dire che abbiamo ottenuto quello che era il miglior risultato possibile. Entrambi i piloti hanno fatto un lavoro fantastico, specialmente Carlos nel primo stint, quando ha superato un paio di macchine, dimostrandosi davvero competitivo. Dalla P17 alla P9: questo ci dice quanto brillante sia stata anche la performance di Max in gara. Dal punto di vista della strategia, penso che abbiamo seguito la migliore possibile. In CONCLUSIONE, è stata una buona gara, con entrambe le macchine a punti per la seconda volta consecutiva – le vetture sono affidabili! Adesso guardiamo a Sochi, dove mi aspetto di essere più competitivi di quanto siamo stati qui a Suzuka.”

Cedrik Staudohar (Renault Sport F1 track support leader)

“Alla fine è stata una buona gara per noi. Un bel recupero soprattutto sulla vettura di Max, dopo il problema elettrico di ieri. Secondo Gran Premio consecutivo a punti con entrambe le monoposto: possiamo essere soddisfatti delle loro affidabilità e performance. Continuiamo così.”