Carlos Sainz (STR11-01, Car 55)
Gara: 16°

“Oggi non è stata proprio la nostra giornata… Che pomeriggio difficile! Prima di andarmi a schierare sulla griglia ho sentito che c’era già qualcosa che non andava col cambio, in scalata, e poi coi freni, che hanno cominciato a surriscaldarsi dal primo giro in poi. Non avevamo il passo oggi e questi problemi non hanno aiutato. Se poi aggiungiamo una penalità di 5 secondi per aver ostacolato Fernando durante la prima tornata… Insomma, è diventata una gara difficilissima fin dall’inizio e questo ha significato che non saremmo stati in grado di andare a punti, purtroppo. È un peccato, perché ieri avevamo avuto una buona giornata, ma queste sono le corse e i risultati come quelli di domenica scorsa ad Austin non capitano tutti i giorni!”.

Daniil Kvyat (STR11-03, Car 26)
Gara: 18°

“Sono abbastanza soddisfatto della mia gara di oggi, anche se ho chiuso diciottesimo: mi sono goduto qualche battaglia, ho fatto un paio di sorpassi e mi sono divertito un po’. A dire la verità, purtroppo, il nostro passo oggi era semplicemente troppo lento per lottare per posizioni migliori. Per quanto riguarda la penalità di 5 secondi che mi è stata inflitta, devo dire che non sono d’accordo: non c’è coerenza con queste sanzioni, anche se magari cambierò idea, rivedendo la corsa. Adesso abbiamo altre due gare da affrontare e cercheremo di fare del nostro meglio, non si sa mai cosa può accadere”.

Franz Tost (Team Principal):

“Questo non è il risultato che ci aspettavamo, dato che Carlos partiva dalla P10, ma durante la gara il nostro passo era lento e così non siamo stati in grado di lottare per la zona punti. Nel contatto con Massa, alla seconda curva, Carlos ha danneggiato la parte laterale dell’ala anteriore e, da quel momento in avanti, ha perso carico aerodinamico, cosa che ha avuto un impatto negativo sulle prestazioni della vettura. Successivamente, gli è stata inflitta una penalità, a causa di una manovra nei confronti di Alonso e questo è il motivo per cui abbiamo deciso di non farlo più rientrare ai box, poiché il risultato finale non sarebbe comunque migliorato se lo avessimo fatto. Per quanto riguarda Daniil, il suo primo stint non era male. Si è poi ritrovato bloccato dietro a Nasr e non è riuscito a superarlo, così abbiamo deciso di montargli un secondo set di gomme soft. Da lì in avanti è stato competitivo e ha fatto una buona gara. Per il suo ultimo stint, abbiamo provato un azzardo, montandogli le supersoft, nel caso ci fosse stata una safety car dell’ultimo minuto… ma, alla fine, non è successo. Adesso guardiamo avanti al prossimo Gran Premio, che si svolgerà in Brasile tra due settimane”.



Risultati completi qui.