Brendon Hartley (STR13-03, Car 28)
Gara: 10° pos.

“È stata una gara interessante! Dal mio punto di vista, ho guidato in maniera pulita oggi, ma non avevamo il giusto passo per lottare a centro gruppo. Nelle zone in cui avremmo dovuto. fare dei sorpassi, non riuscivamo ad avvicinarci abbastanza. C’è stato parecchio caos intorno a me, ma sono riuscito a tenermi fuori dai guai e portare a casa il mio primo punto nel Mondiale di Formula 1, è fantastico! Per me oggi era importante finire la corsa, specialmente dopo quello che era successo ieri! In certi momenti della gara il passo era buono, ma sulle gomme ultresoft – sul finale – non sentivo di poter lottare con le vetture davanti a me. Mi sarebbe piaciuto poter attaccare un po’ di più, ma possiamo comunque essere soddisfatti d’aver conquistato un punto. Terrò questo slancio per la prossima gara!”.

 


Pierre Gasly (STR13-04, Car 10)
Gara: 12

“Ho fatto una buona partenza: dalla diciassettesima posizione sono riuscito a entrare nei primi dieci dopo il primo giro, ma è stato davvero difficile mantenere la mia posizione! Sul rettilineo non potevo fare molto per tenere dietro le vetture, mi hanno passato in tanti, è stato molto difficile! Dopo l’ultima ripartenza, ho avuto un incidente con Magnussen: mi ha spinto a muro, danneggiando metà del mio fondo, il mio specchietto e piegando lo sterzo. È stata una gara abbastanza frustrante, perché con tutti i ritiri e senza quell’incidente, avrei potuto fare punti”.


Franz Tost (Team Principal):

“Nel complesso, è stato un fine settimana difficile per noi. Ieri, in qualifica, abbiamo faticato e sulla griglia eravamo in diciassettesima e diciannovesima posizione. Il mancato ingresso in Q2 ieri mi aveva un po’ turbato, perché sarebbe stato un risultato realisticamente raggiungibile: Pierre aveva mostrato buone prestazioni ed era nel giro veloce quando è avvenuto quell’incidente con Brendon. Tuttavia, riguardandolo in seguito, devo dire che dobbiamo essere felici che non sia successo nulla di grave tra loro. Per quanto riguarda la gara di oggi, voglio congratularmi con Brendon per il suo primo punto in F1. Sapevamo che Baku sarebbe stata una gara difficile per noi, ma le nostre prestazioni questo fine settimana non erano al livello che ci aspettavamo. Lavoreremo sodo per migliorare ed essere in una posizione migliore nelle prossime gare”.

Toyoharu Tanabe (Honda F1 Technical Director):
“Dopo i primi due giorni piuttosto complicati, oggi alla partenza i nostri due piloti sono riusciti a stare lontani dal caos, risalendo in classifica: Pierre era nella top ten nella prima parte di gara e anche sul finale, fino all’arrivo di Magnussen. Alla fine, abbiamo approfittato degli errori degli altri e Brendon ha conquistato il suo primo punto in F1. Oggi l’intero pacchetto mancava di velocità, ancor più che nei primi due giorni e adesso dobbiamo individuarne la causa. Chiaramente, una parte della ragione è che disponiamo ancora di meno potenza rispetto ai nostri rivali. Lo sapevamo e stiamo lavorando duramente per migliorare sotto questo profilo, senza compromettere l’affidabilità delle componenti della power unit”.