Brendon Hartley (STR12-04, Car 28)
Gara: 15° pos.

 

“Rimanere aggrappati a quel sesto posto in campionato era una strada tutta in salita ed è un vero peccato aver perso la posizione… Sono molto deluso. Guardando gli aspetti positivi, devo dire che in queste settimane insieme al team ho imparato davvero tanto e ormai mi sento quasi come a casa: è veramente importante, in vista del prossimo anno. Tornando a parlare di questo weekend, ho fatto una gara piuttosto pulita. Mi sono ritrovato in un trenino di vetture: una McLaren, una Haas, una Sauber, io e poi Pierre alle mie spalle… è davvero molto difficile sorpassare qui con queste vetture che generano un grande downforce. In queste ultime settimane ho avuto una curva d’apprendimento davvero ripida, ma ora è arrivata l’ora di prendermi una vacanza! Non vedo l’ora di riprendermi, avere un po’ di tempo libero e prepararmi al meglio per il 2018, tornando più forte per quella che sarà la mia prima stagione completa in F1”.

 

Pierre Gasly (STR12-01, Car 10)
Gara: 16° pos.  

 

“Sono davvero deluso dal non essere riuscito a mantenere il sesto posto in Campionato… L’obiettivo era quello. Sapevamo che sarebbe stato difficile, ma alla fine non era impossibile. Nella gara di oggi abbiamo faticato molto, è stata una giornata davvero difficile e non sono soddisfatto di quello che ho fatto. Ho spinto troppo e ho fatto un errore che mi è costato parecchio tempo. È frustrante chiudere in questo modo la stagione e mi dispiace che la squadra non abbia raggiunto l’obiettivo. Guardando l’aspetto positivo, queste ultime gare con la Toro Rosso mi sono state davvero molto utili per acquisire esperienza e questo mi aiuterà sicuramente a iniziare il prossimo anno con il piede giusto. Non vedo l’ora che arrivi il 2018”.