Carlos Sainz (STR11-01, Car 55)
Gara: 8° pos.

“Non sono felice di aver chiuso in ottava posizione perché, a dire la verità, sentivo che oggi avremmo potuto raccogliere punti pesanti, ma abbiamo perso l’opportunità di conquistarli. Da parte mia, ho tenuto la macchina lontano dai muretti e sono stato veloce su tutte e tre le mescole: di questo sono contento, ma è deludente aver perso posizioni durante i nostri pit-stop… Dobbiamo analizzare cos’è accaduto, perché lì abbiamo buttato via molti punti. In ogni caso, l’ottavo posto vale 4 punti, che non è poi così male: ne sarei stato felice se qualcuno me lo avesse detto, prima di venire a Monaco. Ma dopo essere partito dalla sesta posizione e aver visto quanto sia stata caotica la gara, sono certo che avremmo potuto fare molto meglio. Oggi, per la prima volta, ho guidato sull’asfalto bagnato delle strade di Monaco e devo dire che è la cosa più difficile che abbia mai fatto in vita mia!”.

Daniil Kvyat (STR11-03, Car 26)
Gara: ritirato

“Che gara frustrante! Io non credo nella sorte, ma oggi siamo stati molto sfortunati… All’inizio della gara credo di aver avuto un problema elettrico che mi ha costretto ad andare a 60 km/h per i primi giri. Abbiamo cercato di risolverlo e, all’improvviso, la vettura è tornata a funzionare correttamente. A quel punto, però, avevamo già perso molto tempo ed è stato molto difficile provare a sdoppiarsi. Ho tentato, ma poi ho avuto un incidente con Magnussen, in cui nessuno dei due voleva lasciare strada all’altro… Queste cose, purtroppo, nelle corse possono accadere. Sicuramente è un’occasione mancata, in quanto qui a Monaco siamo stati forti per l’intero weeekend, ma tutto quello che possiamo fare adesso è continuare a lavorare sodo per le prossime gare, già a partire dal Canada, tra due settimane”.

Franz Tost (Team Principal):

“È piuttosto deludente che la gara di Carlos sia finita solo con un ottavo posto, quando sapevamo di avere il potenziale per stare almeno tra i primi cinque. La ragione principale di questo risultato è da imputare al primo pit-stop, durante il quale abbiamo perso due secondi, subendo il sorpasso di Perez, Vettel e Hulkenberg. Pertanto, Carlos ha chiuso dietro questo trenino di vetture e non è riuscito ad usare tutto il potenziale della sua monoposto, ma ha comunque fatto una gara solida, facendo davvero una buona prestazione. Sulla vettura di Daniil, abbiamo avuto un problema con il software all’inizio della gara, quando in pista c’era la safety car: il limitatore è rimasto inserito e ha dovuto guidare a soli 60 km/h. Pur sostituendo il volante il problema è rimasto e, quando la gara è ripartita, aveva già un giro di ritardo sugl’altri. Poi ha avuto un incidente con un altro pilota e quindi non ha finito la gara. Tutti ci aspettavamo molto di più da questo appuntamento a Monaco e dobbiamo stare più concentrati nelle prossime gare per evitare errori”.