Carlos Sainz (STR12-03, Car 55)
Gara: 10° pos.

“Una corsa dura, specialmente perché partivamo dalle retrovie per via della penalità in griglia… Ma oggi abbiamo fatto tutto alla perfezione: la partenza, il primo giro, il pit-stop, la strategia… dunque, possiamo essere soddisfatti! Abbiamo fatto una buona gara e recuperato dalla quattordicesima fino alla decima posizione, il massimo a cui potevamo puntare durante questo fine settimana. Dopo la sosta ai box, ho proseguito un po’ in solitaria, controllando solo il divario su Stroll: cosa che siamo riusciti a fare bene. Devo dire che non vedo l’ora che arrivi la prossima gara a Barcellona: è una pista dove ho sempre fatto molto bene e correre davanti al mio pubblico di casa mi regala sempre sensazioni speciali. Ho anche la mia tribuna lì, quindi in molti verranno per supportarmi e questo renderà sicuramente il mio weekend ancora più speciale”.

Daniil Kvyat (STR12-01, Car 26)
Gara: 12° pos.

“Quella di oggi non è stata la migliore delle mie partenze e ho perso un po’ di tempo in quella fase. Durante il mio pit-stop siamo riusciti a superare Magnussen, ma abbiamo subito l’undercut di Stroll. Purtroppo, durante il mio secondo stint, mi è stata esposta molte volte la bandiera blu e ho del tempo per lasciar passare le vetture di testa. Vorrei puntualizzare che i miei commenti a caldo sul team, appena saltato fuori dalla vettura, sono stati un po’ troppo duri: dopo essermi seduto insieme ai miei ingegneri ho capito perché la squadra mi ha fatto entrare così in anticipo per il mio pit-stop: in quel momento, era una chiamata davvero difficile da fare e nessuno si aspettava che le squadre davanti sarebbero rimaste fuori così a lungo. La cosa positiva è che durante l’ultima parte della gara, con pista libera davanti a me, è stato fantastico: la macchina volava, era grandiosa! Adesso, dobbiamo fare tesoro di ciò che ha reso la nostra monoposto così veloce e applicarlo anche nelle prossime gare”.

Franz Tost (Team Principal):

“Quello di Sochi non è stato un weekend di gara facile per noi, in quanto abbiamo faticato con le velocità di punta sui lunghi rettilinei di questo circuito. Pertanto, non siamo riusciti a fare una buona qualifica ieri. Per quanto riguarda la gara di oggi, alla fine entrambe le vetture hanno visto la bandiera a scacchi e Carlos è riuscito a segnare un punto importante per la Classifica Costruttori. Fin dall’inizio sapevamo che questa sarebbe stata una corsa dura per noi, ma siamo ottimisti per il futuro e guardiamo già al prossimo round a Barcelona, dove avremo alcuni aggiornamenti: vedremo cosa faranno le altre squadre, ma sono sicuro che potremo tornare a lottare per le migliori posizioni in questa intensa battaglia a centro gruppo”.

I risultati completi della gara qui