Daniil Kvyat (STR11-03, Car 26)
Gara: 9° pos.

“Oggi penso di aver fatto il meglio che potevo: mi sono divertito e ho anche fatto dei gran bei duelli! Purtroppo, dopo un buono primo stint, le cose non sono andate come ci aspettavamo… siamo rimasti alle spalle di Perez perché non avevo abbastanza velocità in rettilineo, per poterlo superare. Ho spinto fino all’ultimo centimetro e ho davvero dato l’anima in pista. È stato un peccato, ma sono felice di essere riuscito a tornare in zona punti. In tutta onestà, devo dire che la squadra ha fatto un buon lavoro dopo quello che è stato un periodo difficile”.

Carlos Sainz (STR11-01, Car 55)
Gara: 14° pos.

“Dopo la gara di oggi sono arrabbiato, soprattutto considerando che ieri avevo ottenuto la sesta posizione in qualifica. La gara non è iniziata bene, in quanto allo spegnimento dei semafori ho dovuto evitare Max e, mentre lo facevo, è arrivata all’improvviso una Force India e ci siamo toccati. Lui ha avuto la peggio, ma anche io ho riportato dei danni, sulla parte destra della vettura. Tuttavia, dopo l’incidente avevamo ancora un buon passo e siamo stati in lotta per la zona punti, ma presto siamo stati costretti a fermarci ai box, perché ci hanno mostrato la bandiera nera e arancione. Una volta tornati in pista, ci siamo ritrovati in mezzo al traffico… A metà gara, poi, ho avuto un problema con l’ Energy Recovery System e ho dovuto conviverci fino alla fine, cercando di fare del mio meglio. Giornate come queste sono frustranti: nulla è andato per il verso giusto e quando puoi partire sesto in un circuito come Singapore, devi assicurarti di sfruttare l’opportunità e oggi non lo abbiamo fatto. Io resto comunque ottimista: le prestazioni che abbiamo mostrato in questo fine settimana sono state fantastiche e stasera sarei certamente potuto andare a punti. Adesso è tempo di guardare avanti, alle prossime due gare in Malesia e Giappone, dove speriamo di ottenere un risultato migliore rispetto a oggi”.

Franz Tost (Team Principal):

“Oggi, dopo esserci qualificati in P6 e P7, ci aspettavamo chiaramente di portare a casa più di due punti. Sfortunatamente, Carlos è rimasto bloccato dietro Max Verstappen, che non ha fatto una buona partenza… di conseguenza si è dovuto spostare sulla destra, dove c’era Nico Hulkenberg e così sono venuti al contatto. La macchina di Carlos si è danneggiata e abbiamo dovuto farlo rientrare ai box prima del dovuto – gli era infatti stata mostrata la bandiera nera e arancione, quindi dovevamo rimuovere la barge board danneggiata. Da lì in avanti, la sua gara è stata alquanto compromessa. Ciononostante, è riuscito a fare alcuni buoni tempi sul giro fino alla fine della gara, anche se ha poi avuto un problema con il suo Energy Recovery System. Daniil ha fatto una gara ottima. Ha battagliato con Alonso, difendendosi poi molto bene da Max, ma non ha potuto sorpassare Perez alla fine della gara, semplicemente perché ci manca velocità di punta in fondo ai rettilinei. Così ha chiuso in nona posizione. Adesso dobbiamo iniziare velocemente a concentrarci sulla prossima coppia di gare che ci attendono, in Malesia e Giappone.”

Per i risultati completi, clicca qui.