Daniil Kvyat (STR12-04, Car 26)
Gara: 12°

“Una gara un po’ complicata. Abbiamo lottato con Haas e Renault: nessun’altra squadra era davvero alla portata oggi, specialmente quelle motorizzate Mercedes. Sono riuscito a superare Hulkenberg, ma dopo sono rimasto bloccato per molto tempo alle spalle di Magnussen… È davvero difficile seguire da vicino le altre vetture! Ho provato continuamente a superarlo, ma lui aveva pista libera davanti e non mi è stato possibile passarlo. Questo era il massimo che potevamo fare oggi. Adesso è il momento di cominciare a pensare a Singapore, una pista che ci è molto più congeniale. Detto ciò, sarà ancora una lotta serrata per finire in zona punti”.

Carlos Sainz (STR12-02, Car 55)
Gara: 14° pos.

“Non è questa la posizione in cui avremmo voluto chiudere la gara, ma oggi abbiamo faticato perché, semplicemente, non avevamo un buon pacchetto per correre qui a Monza… Il problema non era solamente la mancanza di potenza ma anche, proprio a causa di questa, il fatto di aver dovuto abbassare molto il carico aerodinamico. Questo vuol dire che nelle curve eravamo molto lenti e sul dritto andavamo discretamente, ma comunque non abbastanza veloci. Non avevamo il ritmo per poter puntare alla zona punti qui: è un peccato, perché così devo rinunciare ad una statistica che mi era piaciuta quest’anno: non posso più dire di aver terminato in zona punti ogni gara in cui ho visto la bandiera a scacchi. È sempre stato un weekend molto difficile, ma ora ci spostiamo a Singapore, dove dovremmo essere più competitivi: non vedo l’ora di lottare nuovamente per dei punti”.

Franz Tost (Team Principal):

“Sapevamo fin dall’inizio del weekend che sarebbe stato difficile per noi, considerando le caratteristiche di questo tracciato dai lunghi tratti rettilinei. Non abbiamo avuto semplicemente il passo per segnare dei punti e davanti a noi non c’è stata nessuna sorpresa: tutte le vetture che ci erano davanti hanno terminato la gara nelle posizioni che ci si aspettava. Purtroppo, non siamo mai stati in grado di rimanere tra i primi dieci, né ieri in qualifica, né oggi in gara. Spero che potremo recuperare a Singapore, su una pista da alto carico che si adatta molto di più alle caratteristiche della nostra monoposto”.

Per i risultati completi del GP d’Italia, clicca qui