Carlos Sainz (STR11-01, Car 55)
Gara: 8° pos.

“Una gara solida da parte nostra, qui a Budapest oggi, sono felice del risultato. Sono abbastanza soddisfatto della corsa, anche se in partenza siamo stati superati da Alonso. Abbiamo tenuto il ritmo della McLaren, cosa che non sembravamo in grado di fare durante le prove libere del venerdì e del sabato. Ma era semplicemente impossibile superarlo. Se mi avessero detto che, dopo il brutto avvio del weekend, sarei comunque finito ottavo, non ci avrei creduto! Credo quindi che possiamo essere molto felici e soddisfatti: la squadra ha fatto un grande lavoro per migliorare e vorrei davvero ringraziarli per questo! Adesso possiamo andare in Germania con fiducia”.

Daniil Kvyat (STR11-02, Car 26)
Gara: 16° pos.

“Purtroppo, devo dire che questa è stata una delle gare meno divertenti da me disputate da un po’ di tempo a questa parte… Abbiamo fatto una brutta partenza. Ho avuto tanto pattinamento delle ruote: qualcosa è andato storto con il setting. Questo ha rovinato il resto della nostra gara. Abbiamo perso alcune posizioni, arretrando fino in fondo allo schieramento e da quel momento è stato davvero difficile recuperare. Nel motorsport è normale avere giornate positive e negative e questa è stata certamente una di quelle negative. Per fortuna, la prossima gara è già la prossima settimana, così da poter dimenticare velocemente questo weekend, sperando in uno migliore in Germania”.

Franz Tost (Team Principal):

“Oggi non è stata una gara facile, in quanto le squadre a centro gruppo sono tutte molto vicine fra loro. Alonso è riuscito a guadagnare una posizione in partenza e dopo per Carlos è stato impossibile superarlo. Ha chiuso in ottava posizione, che da una parte è positivo perché abbiamo potuto aggiungere altri punti alla nostra classifica, ma l’altro lato della medaglia è che la McLaren ha raccolto più punti di noi e ora ci è molto vicina nel Campionato Costruttori. Questo renderà più impegnative le prossime gare, ma penso che il nostro telaio si stia esprimendo molto bene e abbiamo buone chance di difendere la nostra posizione. Daniil ha avuto un problema al via che gli è costato parecchie posizioni e sul quale dobbiamo indagare. È stato un peccato, perché il suo passo gara era molto competitivo, soprattutto con le gomme super soft. Adesso guardiamo avanti e lavoriamo duramente per preparare la gara sul circuito di Hockenheim, in Germania, la prossima settimana”.