Pierre Gasly (STR13-02, Car 10)
Gara: 6° pos.
“È una giornata fantastica per noi, sesto posto! Ieri era stata una bella giornata per il team, ma oggi è ancora meglio! La vettura è stata grandiosa, la strategia grandiosa: ho fatto tutto quello che potevo, ma non era facile in queste condizioni, ma alla fine ci siamo riusciti. Le ultime gare sono state abbastanza difficili per noi, questo è un grande risultato. Quando sei nella lotta a centro gruppo, sai che si presenteranno dei risultati, devi solo assicurarti di coglierle al momento giusto. Lo abbiamo fatto in Bahrain, a Monaco e anche in questo fine settimana: è fantastico, un bel modo di concludere la prima parte della stagione. Ho fatto una buona partenza e sono riuscito a superare Sainz all’inizio, poi ho avuto pista libera per concentrarmi sulla mia guida e gestire le gomme, costruendo una grande gara. La cosa principale era non commettere errori: ho fatto 70 giri al limite, è stata una bella sfida, ho dato il massimo per una gara pulita, spingendo forte per portare a casa questi 8 punti!”.

 

Brendon Hartley (STR13-05, Car 28)
Gara: 11° pos.
“Sono deluso per non aver raccolto punti dopo la bella qualifica di ieri. Ho fatto una buona partenza, ma ho deciso di non buttarmi all’interno di Gasly e questo mi è costato una posizione a favore di Magnussen. Nella prima metà della gara sono rimasto bloccato alle spalle di Sainz, che aveva la gomma più dura, e questo ha distrutto la mia corsa. Abbiamo reagito facendo una sosta troppo anticipata per difenderci da Hulkenberg, montando la gomma media che non mi ha dato le migliori performance. Capisco perfettamente perché la squadra ha diversificato le strategie, ma oggi la mia non ha funzionato. Non ho commesso alcun errore, ho fatto una buona partenza, ma sfortunatamente non ho conquistato punti. Sono contento lo abbia fatto la squadra, è una bella ricompensa per il duro lavoro svolto negli ultimi mesi”.

 

Franz Tost (Team Principal):
“Il team ha mostrato buone performance fin dall’inizio di questo weekend. Pierre è sempre stato tra i primi dieci nella sessioni di prove libere, dimostrando che la vettura aveva il ritmo per arrivare alla Q3 e lottare per i punti. Ieri le condizioni metereologiche ci hanno un po’ aiutato: il team e piloti hanno fatto un ottimo lavoro per sfruttare al meglio la situazione, conquistando la sesta e l’ottava posizione sulla griglia di partenza. Pierre è partito molto bene, mentre Brendon è stato coinvolto in una battaglia tra Sainz e Hulkenberg, scendendo al nono posto al termine del primo giro. Pierre ha fatto una gara fantastica nella quale ha gestito ottimamente le gomme e il consumo di carburante. Brendon è rimasto bloccato dietro Sainz e Grosjean, ma è stato in grado di tenere dietro Hulkenberg. Penso che con un primo giro migliore, avrebbe avuto poi il passo per finire in zona punti. La sesta posizione è un risultato davvero ottimo per la squadra, è molto importante perché non abbiamo fatto molti punti nelle ultime gare. Vorrei ringraziare gli strateghi, tutti gli ingegneri e i meccanici per i loro pit-stop incredibilmente veloci. Adesso ci aspetta la pausa estiva e, una volta riposati, andremo a Spa per spingere al massimo per la seconda metà della stagione”.

Toyoharu Tanabe (Honda F1 Technical Director):
“La nostra vettura ha lavorato bene per tutto il weekend e questo sesto posto – e otto punti – di Pierre è un ottimo risultato. In parte è frutto di come abbiamo gestito le complicate qualifiche di ieri, quando l’intera Toro Rosso Honda ha svolto un gran lavoro, proprio come oggi. È un peccato che Brendon abbia mancato la zona punti per una sola posizione. Ultimamente abbiamo vissuto dei weekend di gara difficili, quindi è bello andare in vacanza dopo aver conquistato dei punti nelle ultime due gare. Speriamo di mantenere questo slancio una volta tornati in pista a Spa”.