Carlos Sainz e Max Verstappen hanno concluso la prima sessione rispettivamente in quarta e sesta posizione, su una pista che, com’era prevedibile, è sempre molto sporca prima che la sabbia venga poi spazzata via. La seconda sessione è iniziata con la luce diurna ed è terminata in notturna e questo la rende molto più rilevante rispetto alla prima, perché si avvicina alle condizioni di gara, con le temperature che si abbassano nel corso dei 90 minuti. Questa volta, la Mercedes è tornata in cima alla classifica, con Nico Rosberg davanti a Lewis Hamilton, seguiti dalla coppia di piloti della Ferrari, Kimi Raikkonen e Sebastian Vettel. Valtteri Bottas ha portato la sua Williams al quinto posto, mentre Pastor Maldonado e la sua Lotus completano la Top Six.

Per quanto riguarda appunto le Libere 2, Carlos ha ottenuto il 14° tempo e Max il 16°, completando un totale di 46 e 48 giri durante le tre ore in pista. Quello di Sakhir è un circuito totalmente nuovo per i nostri piloti, così come lo saranno altre piste durante l’anno, ma entrambi hanno affrontato il processo d’apprendimento con il loro consueto entusiasmo. Bisogna dire che le prove del mattino sono andate tutto sommato meglio rispetto a quelle del pomeriggio, quando entrambi i piloti non erano soddisfatti del comportamento dei freni. Ma non ci sono stati particolari problemi e, grazie a tutti i dati raccolti oggi, possiamo aspettarci di poter fare progressi nell’ultima ora di prove libere di domani. Dopo di che, Carlos e Max potranno affrontare quella che per loro sarà un’esperienza tutta nuova: le Qualifiche su un tracciato che si raffredderà gradualmente durante le tre sessioni, con il sole che lascerà la scena ai riflettori..

Carlos, come anche gli altri piloti spagnoli, ha avuto oggi un sostenitore molto speciale qui in Bahrain: l’ex Re di Spagna Juan Carlos I. Un grande appassionato di motorsport – che una volta ha fatto anche un giro su una F1 biposto, sul circuito di Catalunya – arrivato qui a Sakhir per assistere alla gara questo fine settimana.