Il giorno seguente è arrivato il momento delle interviste con la TV di casa per la Scuderia Toro Rosso: i nostri due piloti hanno risposto alle domande mentre si trovavano sulla famosa spiaggia di St. Kilda, divenuta ormai tappa obbligatoria per tutti i piloti Toro Rosso nel corso degli anni.

L’altro rituale è quello della conferenza stampa della FIA. Oggi, Max ha avuto un’illustre compagnia, condividendo la scena con i vincitori di ben 6 titoli mondiali: Sebastian Vettel e Lewis Hamilton. “Jeez!”, ha esclamato il pilota della Mercedes, quando ha realizzato che ha lui firmava il suo primo contratto con la McLaren quando Max stava praticamente nascendo.

Quando gli è stato chiesto se si sentisse pronto per la stagione, Verstappen ha dato l’unica risposta che poteva: “Lo spero. Ho guidato la monoposto in tre sessioni di libere del venerdì lo scorso anno, e posso dire che la macchina ha fatto un buon passo in avanti. Durante i test, i long run sono stati promettenti e abbiamo percorso un sacco di giri, che mi rendono ottimista in vista della gara”.
Alla domanda se si sentisse sopraffatto dall’emozione nell’essere circondato dai più famosi colleghi, Max è apparso quasi sorpreso: “No, perché da sempre sono stato abituato a tutto ciò: ero molto piccolo quando andavo a vedere le gare in cui correva mio padre”.

Per quanto riguarda Sainz, ha incontrato la stampa nella più informale atmosfera della hospitality del team questo pomeriggio. Ancora prima di scendere in pista, Carlos ha già vinto la sua prima sfida in Australia. “Non ho assolutamente avvertito il jet lag”, dice ai media presenti. “Questa è una partenza perfetta per il mio weekend e arriva dopo un inverno di test dove tutto è andato secondo i piani. Specialmente nell’ultima sessione di prove a Barcelona, ho avuto una buona giornata conclusiva che mi ha permesso di chiudere l’inverno con una grande iniezione di fiducia. Arriviamo qui sapendo che abbiamo fatto tutto ciò che dovevamo. Siamo stati molto tempo in pista e questo ci ha consentito di essere qui in buona forma. Adesso abbiamo bisogno di fare un weekend perfetto, ma sappiamo quanto sia dura ripetersi ogni volta in Formula 1. Il circuito non è certo dei più semplici da affrontare, ma noi proveremo a fare del nostro meglio. Sono calmo, so cosa devo fare e, cosa ancora più importante, so cosa vuole la squadra da me”.