Carlos Sainz ha tagliato il traguardo in dodicesima posizione, dopo essere partito undicesimo, ed è stato costretto a lottare per recuperare, dopo aver perso delle posizioni nella bagarre in partenza. Il nostro pilota spagnolo ha fatto una sola sosta ai box, al giro 27, quando ha montato le gomme Soft. Max Verstappen era alla prese con le sue penalità ma, nonostante sia partito dall’ultima fila della griglia, è stato in grado di recuperare fino alla quindicesima posizione, dimostrando di avere grinta da vendere. Abbiamo optato per far partire l’olandese con la mescola Soft, la più dura disponibile oggi, anche se gli avversari attorno a lui montavano la Supersoft. Max è riuscito comunque ad avere ragione di un paio di avversari, facendo la sua unica sosta nel corso del giro numero 39 dei 70 previsti, scontando a quel punto anche la penalità di 10 secondi.

Sulla vettura numero 44, dopo essere partito dalla pole per la 44esima volta nella sua carriera, Lewis Hamilton ha ottenuto la quarta vittoria della stagione, la quarta al Gran Premio del Canada. Il suo compagno di squadra alla Mercedes, Nico Rosberg ha spinto molto ma si è dovuto accontentare della seconda posizione, mentre Valtteri Bottas ha approfittato di un testacoda di Kimi Raikkonen per strappargli il podio.

Anche se ogni gara del campionato assegna lo stesso numero di punti, il prossimo appuntamento in calendario è davvero speciale per la Scuderia Toro Rosso. Il Gran Premio d’Austria è la patria della nostra casa madre, la Red Bull, oltre che del nostro Team Principal. Tuttavia, il Red Bull Ring è un altro tracciato dove conta molto il motore e sarà un’altra sfida per la STR10, anche se rispetto a Montrel la vettura dovrebbe adattarsi meglio a questa pista. Ci vediamo, quindi, tra due settimane sulle montagne della Stiria per l’ottavo round del Campionato del Mondo.