Carlos Sainz

SUPPORT
Il fine settimana del Gran Premio d’Italia è un po’ frustrante, perché vorresti passare l’intero weekend a mangiare pizza e pasta, ma purtroppo non puoi, perché siamo qui per correre! A parte questo, devo dire che ogni anno è un fine settimana fantastico e una delle cose che apprezzo di più sono i tifosi italiani e la loro grande passione. Sembra che io abbia molti fan in Ialia – c’è anche un mio fan club italiano, che saluto con affetto! È bello sentire così tanto SUPPORTO!

TEMPLE
Monza è un circuito che mi piace molto – non dico che è il mio preferito in assoluto, ma è comunque nella top 5… È il TEMPIO della velocità, dopotutto! Non sono mai stato in grado di portare a casa un buon risultato qui durante la mia carriera in F1, ma sono sicuro che prima o poi accadrà!

ENTRANCE
L’INGRESSO al Paddock è particolare ed è diverso dagli altri circuiti, in quanto è invaso dai fan, che aspettano l’arrivo dei piloti, ogni mattina. Ecco perché, prima di entrare, ci fermiamo a firmare autografi per 5 o 10 minuti, il che mi dà un ulteriore motivazione per iniziare la giornata nel modo giusto!

BIRTHDAY
Il weekend del Gran Premio d’Italia coincide sempre con il mio COMPLEANNO: questa volta sarà il venerdì… È un bel modo di trascorrere questo giorno speciale, facendo ciò che amo fare di più e festeggiandolo con la squadra, che per me è come una seconda famiglia, dato che trascorriamo così tanto tempo insieme!

FLYAWAYS
Questa gara segna la fine della stagione europea: dopo ricominceremo a viaggiare in giro per il mondo… Certo, mi piace molto correre in Europa, dato che si gareggia su circuiti che hanno fatto la storia e i tifosi europei sono sempre molto calorosi, ma amo molto anche le TRASFERTE in altri continenti, soprattutto perché puoi entrare in contatto con culture diverse. Uno dei miei weekend di gara preferiti fuori dall’Europa è quello del Giappone e non vedo l’ora di tornarci!

Daniil Kvyat

COOKING
Pasta, pizza, pomodori, mozzarella… Mi piace veramente la CUCINA italiana, è semplicemente incredibile e ogni volta che sono in Italia faccio in modo di gustarmi qualcuno dei suoi fantastici piatti! E, tra l’altro, me la cavo pure io ai fornelli, quando c’è da preparare qualche ricetta non troppo complicata!

ROME
Sono cresciuto in Italia ed è un paese che conosco bene; per me è come una seconda casa. Ho vissuto a ROMA per qualche tempo, quando ero più giovane, e parlo l’italiano senza problemi: mi piace sempre ritornarci!

GRAVEL TRAP
Questa gara fa parte del calendario di F1 da tantissimi anni e il circuito è davvero leggendario: ha rettilinei molto lunghi, il che significa che guidiamo a velocità particolarmente elevate ed è sempre una gara interessante. L’unica cosa che non mi piace è il fatto che alla Parabolica non ci sia più la GHIAIA nella via di fuga… Ormai è tutto asfaltato, quindi non è più difficile da affrontare come una volta ed è una sorta di aiuto se finisci lungo; in passato avresti potuto compromettere del tutto la tua gara!

MEMORIES
Ho dei bei RICORDI a Monza, qui ho vinto qualche volta quando gareggiavo nelle categorie minori, quindi è sempre bello tornarci ogni anno. Detto questo, mi ricordo anche della brutta esperienza del 2014, quando alla Curva 1 mi si ruppe il disco del freno. Questo compromise la mia gara, finita poi in P11: partito dall’ultima posizione in griglia ero riuscito a trovare un buon passo, ma non abbastanza per arrivare a punti… Un gran peccato, dato che stavamo conducendo una gran bella corsa! Spero di portarmi a casa ricordi migliori quest’anno!

SIMULATOR
Dopo il weekend di gara andrò direttamente in Gran Bretagna per una sessione al SIMULATORE. Ne facciamo diverse durante la stagione – questa sarà la mia quattordicesima sessione quest’anno – ed è sempre un modo molto utile per prepararsi alle gare.