Il 45enne inglese ha lavorato insieme al team di Formula 1 con sede a Faenza durante gli ultimi cinque anni, da quando si è unito al gruppo nel settembre del 2012 per dirigere la parte tecnica della Scuderia Toro Rosso. Questo lavoro ha totalmente coinvolto Key, il quale ha supervisionato il concept, il design e la fabbricazione delle vetture della Scuderia Toro Rosso, dalla STR8 alla STR12 ed è ora impegnato nei lavori della STR13 del 2018. In questo periodo insieme alla squadra, il personale è aumentato notevolmente e, oltre all’attività legata alla creazione di una nuova vettura ogni anno, Key ha anche svolto un ruolo fondamentale nel coinvolgere le persone giuste e garantire un buon andamento delle operazioni sia a Faenza che nella galleria del vento di Bicester (UK).

Franz Tost:

“La Formula 1 è uno sport di squadra dove, però, un singolo elemento può ancora fare la differenza. Finora, James ha dimostrato che alla direzione tecnica può davvero fare la differenza. Non solo è stato abile nel creare dei telai che sono stati apprezzati in tutto il paddock, ma ha anche mostrato le sue competenze gestionali necessarie per ottenere il massimo da tutti i vari dipartimenti che lavorano qui a Faenza che a Bicester. Sono felice che James resterà con noi a lungo per continuare questo percorso proficuo”.

James Key:

“Sono lieto di continuare con la Toro Rosso, rimanendo a far parte della famiglia Red Bull. Questa è una squadra di cui ho grande rispetto: lavorare insieme, in questi cinque anni, è stato molto piacevole. Adesso, non vedo l’ora di continuare con il nostro progetto per il futuro. La Scuderia Toro Rosso è una squadra unica, capace di affrontare la sfida che nasce dall’avere due sedi in altrettanti paesi, svolgendo contemporaneamente un ruolo di team indipendente e da supporto al Red Bull driver programme. Sono questi obiettivi che la squadra persegue costantemente, nel suo cammino, continuando nel contempo a crescere e a migliorare, anno dopo anno. Le persone con cui ho il piacere di lavorare, qui in Toro Rosso, non sono inferiori a nessuno: professionali, ambiziosi e concentrati: finora hanno lavorato tutti con incredibile perseveranza, per migliorare le performance del team e continueranno a farlo con dedizione e ottimismo anche nei prossimi anni. Vorrei ringraziare Franz Tost e la Red Bull per il continuo sostegno e la fiducia nei miei confronti. Abbiamo ancora tanto lavoro da fare e non vedo l’ora progredire insieme alla Scuderia Toro Rosso verso i nostri obiettivi”.

Per consultare la biografia di James Key, cliccate qui