James Key – Direttore Tecnico

“La monoposto è nata da un’insieme di approcci diversi in alcune aree, sviluppando e migliorando allo stesso tempo quelli che secondo noi sono stati i punti di forza e di solidità della vettura del 2014. La STR10 avrà un aspetto piuttosto diverso quando debutterà in pista nella prima gara dell’anno, e si potranno osservare cambiamenti frutto di idee che abbiamo deciso di implementare per la prima volta, il che rende questa macchina un progetto estremamente interessante. Abbiamo cercato di fare un salto in avanti dal punto di vista delle tempistiche di lavoro con la STR10 rispetto alle monoposto passate, e stiamo riuscendo egregiamente nell’impresa. Abbiamo messo a punto un piano di sviluppo piuttosto aggressivo. Arriveremo a Melbourne con una vettura considerevolmente diversa rispetto a quella che è scesa in pista durante i test”.

 

Phil Charles – Capo degli Ingegneri

“Siamo entusiasti all’idea di cominciare questa nuova stagione, perché siamo convinti di aver superato molte delle difficoltà che abbiamo accusato nel 2014, con il cambio della power unit e gli sconvolgimenti che ne sono seguiti. Verso la fine dello scorso anno, eravamo in grado di sostituire i propulsori molto velocemente e avevamo superato le difficoltà legate all’installazione, riuscendo anche ad avere una comprensione migliore del modo in cui i diversi componenti della monoposto interagiscono tra loro. A livello operativo nei weekend di gara, tutto sarà molto più veloce quest’anno”.

 

Graham Watson – Team Manager

“Dal punto di vista operativo, nel 2015 dovremmo avere vita più facile, dal momento che le modifiche di natura tecnica al regolamento sono state introdotte un anno fa e non abbiamo apportato grossi cambiamenti rispetto al modus operandi adottato in precedenza. Abbiamo imparato lezioni importanti la scorsa stagione, che ci permetteranno di avere abbastanza familiarità con la nuova tecnologia, in modo da non esserne spaventati”.