Carlos Sainz sulla Malesia
“Sono ancora euforico per il nostro quarto posto nell’ultima gara, a Singapore, e questo mi darà di sicuro una bella CARICA in Malesia! È stata una sensazione incredibile poter raggiungere il mio miglior risultato in F1 con il team: abbiamo lavorato davvero duramente e lo abbiamo sicuramente meritato! Questa settimana ho visto molti video sui social che parlano di me e il mio preferito è certamente quello dove taglio il traguardo festeggiando in radio con il mio ingegnere di pista… BOOMSHAKALAKA! Adesso sono pronto per la Malesia. Ho dei bei ricordi di questo posto, soprattutto del weekend di gara del 2015, quando ho messo a segno la mia prima vera rimonta in F1: partivo quindicesimo e ho finito la gara in ottava posizione… Le condizioni meteorologiche di Sepang sono sempre particolari. I temporali improvvisi sono spesso dietro l’angolo ed è possibile che il sole esca per qualche minuto e poi, d’improvviso, cominci a PIOVERE, soprattutto di pomeriggio! Detto questo, finora non ho ancora sperimentato la pioggia a Sepang: magari quest’anno è la volta buona?!”

Carlos Sainz sul Giappone
“Prima di gareggiare in F1 non avevo mai visitato il Giappone. Dopo la mia prima gara lì, nel 2015, questo weekend di gara è diventato uno dei miei PREFERITI! E le ragioni sono tante: mi piace il layout del circuito, i TIFOSI sono assolutamente incredibili, appassionati e allo stesso tempo molto educati e la cultura giapponese è così diversa ed affascinante. I regali che mi fanno i fan giapponesi sono probabilmente i più particolari tra tutti quelli che ricevo durante tutto l’anno. Trovano davvero sempre il modo di sorprenderti…Ricevo ogni anno una bandiera spagnola firmata dai tifosi con cui mi augurano buona fortuna in una sorta di lingua giappo-spagnola! Mi ripetono sempre di spingere al massimo e di fare “BANZAI“, che è una frase che adoro leggere: mi motiva un sacco! Altri regali che ricevo sempre sono i prodotti tipici giapponesi e il cioccolato. Il sushi è uno dei miei cibi preferiti. Fortunatamente, oggi si può mangiare quasi ovunque, ma devo dire che il sushi che si trova in Giappone è il migliore. C’è un paio di sushi bar vicino al circuito dove vado sempre, ma un’altra cosa che mi piace mangiare quando sono a Suzuka è la KOBE BEEF: ha un sapore delizioso e si scioglie praticamente in bocca… è favolosa!”


Pierre Gasly sulla Malesia
“Non sono preoccupato, anzi sono entusiasta di DEBUTTARE a Sepang questo fine settimana. Ho lavorato duramente per prepararmi al mio approdo in F1. Sono molto FELICE di aver avuto quest’opportunità. So che sarà diverso da qualsiasi altra cosa abbia fatto finora. Tutti gli altri piloti corrono da una stagione intera, quindi io avrò un sacco di cose a cui abituarmi e da IMPARARE. Sarà una grande sfida e non vedo l’ora di iniziare. Ho già corso a Sepang lo scorso anno, quando sono riuscito ad ottenere la pole position in GP2, quindi sicuramente è una pista che mi piace. Sarà molto dura per l’alto tasso di umidità, ma mi sento ben preparato fisicamente.”

Pierre Gasly sul Giappone
“Dato che quest’anno ho gareggiato in Giappone, sono già venuto a Suzuka quest’inverno, per una serie di test in Super Formula. Non per molto, solo due mezze giornate. Poi ho corso lì la prima gara della stagione. È un circuito davvero impressionante, con degli incredibili tratti da alta velocità e un fantastico primo settore. È attualmente uno tra i miei tracciati PREFERITI, anche se nel mio cuore è anche associato ad un ricordo triste per quello che successe a JULES (Bianchi), nel 2014. Mi sono sempre trovato bene in Giappone. L’ho apprezzato sempre di più, soprattutto per la sua CULTURA, per la sua gente così educata e per come i giapponesi si rispettano l’uno con l’altro. È un bel posto e anche così diverso da tutto ciò che ho sperimentato fino ad ora. Per me è stato una bella scoperta e adesso non vedo l’ora di tornarci per il mio weekend di gara in F1.”