Tuttavia, è successo al simulatore, non in pista: ad ogni gara, un pilota di Formula 1 viene scelto per segnare un tempo nell’area “F1 Gamezone”, che gli appassionati potranno poi provare a battere nel corso del fine settimana. Il giro di Max diventa così il classico “giro fantasma”, che consente quindi agli altri giocatori di capire se sono allo stesso livello, dietro o davanti al nostro pilota. Per la cronaca, il tempo sul giro di Verstappen a Sepang è stato di 1:40.260. Nella gara dello scorso anno, il giro più veloce staccato in gara è stato 1:43.066.

Per quanto riguarda Carlos Sainz, invece, ha fatto la sua prima apparizione in una conferenza stampa FIA ma, in realtà, il giovane spagnolo non ha avuto la possibilità di dire molto, considerando che quasi tutte le domande sono state rivolte al suo connazionale, Fernando Alonso che, in questa stagione, fa qui fa la sua prima apparizione in un Gran Premio. Il pilota della McLaren non ha potuto correre in Australia per recuperare dal suo incidente ai test di Barcellona. Ma, almeno, Carlos si sta avvicinando ad uno dei suoi obiettivi dichiarati, ossia quello di schierarsi sulla stessa griglia di partenza con Alonso!

Il nostro pilota olandese è arrivato in Malesia subito dopo il fine settimana australiano per allenarsi e abituarsi al caldo, mentre Carlos si è messo alla prova mercoledì, andando subito a correre in pista: con un’altissima umidità dell’aria e una temperatura atmosferica intorno ai 30 gradi, su un asfalto che raggiunge addirittura i 60 gradi… da far squagliare le scarpe! Il mantenimento dell’idratazione è qui un fattore chiave e per questo i personal trainer dei nostri piloti li seguono ovunque, dando loro acqua e sali minerali per tutto il giorno.