Un bel po’ di step per il nostro pilota olandese, che ha fatto su e giù dal palco per ben tre volte. La Driver’s Commission, presieduta dal leggendario Emerson Fittipaldi, lo ha premiato come Rookie of the Year, riconoscimento che va al miglior debuttante in un campionato FIA.

E ancora, chi potrà dimenticare lo stupefacente e coraggioso sorpasso di Max ai danni di Felipe Nasr, alla curva Blanchimont durante il Gran Premio del Belgio di quest’anno? Di sicuro non l’hanno scordato tutti i fan che l’hanno votato come “Action of the Year” sul sito della FIA. Un premio che Max conquista per il secondo anno consecutivo, dato che se l’era aggiudicato anche nel 2014 per un sorpasso in Formula 3. La stessa manovra su Nasr ha anche esaltato il 70% dei follower di @F1, l’account Twitter della FOM: anche qui decretato come miglior sorpasso dell’anno.

Ed infine, anche la stampa ha detto la sua, votando Max come il Personaggio dell’Anno FIA.

“È stupefacente, sono molto felice di aver vinto questo tre premi in una cornice importante come questa e alla fine di quello che è stato solo il mio primo anno in Formula 1” ha dichiarato Max al termine della serata. “Bello vincere l’Action of the Year per la seconda volta, perché i sorpassi in pista mi piacciono davvero tanto. Un grande onore essere anche riconosciuto come Rookie of the Year, dato che si tratta di un premio deciso dalla Drivers Commission. Devo dire che aver fatto due quarti posti alla mia prima stagione è più di quanto mi aspettassi. Personalità dell’Anno? Beh, non so bene perché l’ho vinto, ma è bello sapere che piaccio alla stampa!”.

Le lunghe nottate di Max non sono finite a Parigi: domenica infatti è stata la volta degli Autosport Awards a Londra. Anche qui, la famosa rivista inglese lo ha incoronato “Rookie of the Year”.


(Max Verstappen a Spa 2015 e durante la cerimonia degli Autosport Award 2015, foto da autosport.com)