Carlos Sainz (Car 55)

“Il Gran Premio di Monaco è certamente uno degli appuntamenti più importanti dell’anno per qualsiasi pilota. È un tracciato speciale, oltre che molto impegnativo, e il pilota può ancora fare la differenza: è normale, dunque, che vuoi dimostrare di saper andare subito veloce. In passato ho corso qui in World Series, ottenendo bei risultati… è una pista che mi piace molto. Tuttavia, questa sarà la mia prima volta su una vettura di Formula 1 su queste stradine e immagino che sarà molto diverso rispetto alle esperienze precedenti. La gara dipenderà molto dalle Qualifiche che, per certi versi, rappresentano il momento più importante del weekend. Per andar veloci è necessario trovare il giusto equilibrio della vettura durante le prove libere e mettere insieme un buon giro veloce. Non vedo l’ora arrivi sabato, perché penso che realizzare un buon tempo ti faccia sentire parte di qualcosa di veramente speciale”.

Max Verstappen (Car 33)

“Un circuito cittadino è sempre qualcosa di speciale. Non ho mai guidato su questa pista finora, ma ho corso a Macao che è altrettanto impegnativa. Quell’esperienza è stata divertente e quindi non vedo l’ora di affrontare questo weekend. Qui servirà un approccio diverso e non si può solo attaccare fin dalle prime prove libere, ma bisogna adattarsi poco a poco. La cosa importante in quella fase sarà fare più giri possibile. Ho provato al simulatore e quello che mi ha colpito di più è che si gira con un ritmo piuttosto lento. Anche se la potenza del motore sarà meno importante, su questa pista serve avere la miglior guidabilità possibile. Mi aspetto che i distacchi tra le squadre siano più contenuti rispetto ad altre gare. Infine, le modifiche al set-up non credo faranno una grande differenza, qui conta molto quello che sai fare come pilota. Penso che a Monaco sia più facile tirare fuori due decimi dal proprio piede, piuttosto che dalla macchina”.

#ToroRossoComics – #MonacoGP