Già oggi – giovedì – c’è trepidazione nel paddock di questa fantastica struttura, che mostra il suo vero volto solamente quando il sole tramonta e si accendono i riflettori. In casa Toro Rosso, Daniil e Carlos sperano di poter fare altri punti e chiudere così la stagione in crescendo: non c’è cosa migliore di affrontare l’inverno sapendo che l’ultima gara dell’anno è andata bene.

Mentre ad Abu Dhabi non si parla d’altro che del gran finale di domenica, dietro le quinte – negli uffici della squadra – si pensa già al 2017. Le date per i test invernali sono state già fissate: saranno due sessioni di quattro giorni ciascuno, dal 27 febbraio al 2 marzo e poi di nuovo in pista dal 7 al 10 marzo. Anche il prossimo 2 dicembre sarà una data importante per chi si occupa di logistica nel team, perché in quella giornata il Consiglio Mondiale della FIA approverà il calendario definitivo del prossimo anno. Ciò significa organizzare e prenotare i viaggi per quegli eventi la cui data non era ancora certa al 100%.

Sebbene il pensiero di fare tutte quelle estenuanti trasferte sia un po’ scoraggiante, dal punto di vista sportivo, il 2017 sembra poter mantenere la promessa di una stagione da acquolina in bocca. Certamente, come confermano anche gli esperti, nel quarto anno dell’era delle power unit ibride, i livelli di performance da parte di tutti dovrebbero essere più vicini che mai. E poi, avete già avuto modo di osservare le simulazioni grafiche di quelle che dovrebbero essere le monoposto del prossimo anno? Quelle ali così grandi e quegli pneumatici così larghi? Wow! Sarà un po’ come andare indietro nel tempo, ma utilizzando la tecnologia del futuro. Vi aspettereste quasi di vederle guidate da Alain Prost, Ayrton Senna o Nigel Mansell!

Quindi se vi sentite già un po’ tristi all’idea che la Formula 1 chiude i battenti per un po’, non preoccupatevi, perché non appena passeranno le feste, il Circus dei Gran Premi entrerà in una nuova, emozionante era.