Yuki Tsunoda (AT02-06, Car 22)
Prima Sessione di Prove Libere – Miglior Giro: 1:05.474, 5° pos., 35 giri
Seconda Sessione di Prove Libere – Miglior Giro: 1:05.356, 6° pos., 37 giri

“Oggi è stata una buona giornata e siamo felici di aver mantenuto lo stesso passo della scorsa settimana. Abbiamo lavorato sodo sui long run, perché avevamo faticato un po’ durante la gara:  credo che il risultato sia stato davvero positivo. Le condizioni della pista non erano facili: questa settimana c’è più freddo ed è anche arrivata un po’ di pioggia attorno alla fine delle Libere 2. Oggi il mio obiettivo principale era raccogliere il maggior numero di dati per qualifiche e gara, abbassando gradualmente i tempi sul giro: ci sono riuscito senza fare errori, quindi sono soddisfatto”.

 

Pierre Gasly (AT02-05, Car 10)
Prima Sessione di Prove Libere – Miglior Giro: 1:05.726, 9° pos., 36 giri
Seconda Sessione di Prove Libere – Miglior Giro: 1:05.379, 7° pos., 38 giri

“Dopo aver perso le Libere 2 della scorsa settimana e aver praticamente saltato anche la gara, oggi ho cercato di recuperare un po’ di tempo lavorando sui long run, per capire il comportamento delle gomme. Penso ci siano stati molti aspetti positivi e abbiamo avuto la conferma che abbiamo un buon passo. Tuttavia, con queste condizioni ci sono state delle leggere difficoltà, quindi stasera avremo delle cose da analizzare con gli ingegneri, in modo da apportare delle modifiche in vista di domani”.

Jonathan Eddolls (Chief Race Engineer)

“Lo scorso weekend su questa pista abbiamo dimostrato che la nostra vettura era competitiva e durante l’analisi post gara abbiamo evidenziato delle aree in cui sentivamo di poter migliorare ulteriormente. Nella sessione di libere di stamattina ci siamo così concentrati su questo aspetto. Questo fine settimana abbiamo a disposizione una mescola un po’ più morbida, quindi avevamo bisogno di capire come massimizzarne le performance negli short-run e analizzare durata e degrado in quelli più lunghi. Inoltre, ogni pilota ha avuto altri due set di gomme prototipali per raccogliere dati sia per noi che per Pirelli, in vista della loro introduzione a Silverstone. Le Libere 1 sono state particolarmente impegnative, ma siamo stati in grado di mostrare una buona performance e la nuova gomma sembrava funzionare bene. Pierre non ha avuto un run pulito con le Soft e quindi c’era margine di miglioramento per le Libere 2. Rispetto alla scorsa settimana, le temperature sono molto diverse e questo ha avuto un impatto sulle gomme: così, per le Libere 2, abbiamo fatto qualche modifica e, ancora una volta, i piloti hanno fatto un buon lavoro sui run corti. I long run sono stati una sfida più dura, soprattutto con la pioggia leggera caduta negli ultimi 15 minuti della sessione. Sembrava che avessimo più degrado dei nostri avversari, quindi su questa area ci concentreremo maggiormente nell’analisi di questa sera”.