Pierre Gasly (AT01-04, Car 10)
Prima Sessione di Prove Libere
Miglior Giro: 1:28.909, 11° pos., 24 giri
Seconda Sessione di Prove Libere
Miglior Giro: 1:27.997, 8° pos., 31 giri

Prove libere del GP di Gran Bretagna 2020 con Pierre Gasly della Scuderia AlphaTauri

È fantastico tornare a Silverstone, una delle migliori piste della stagione. Nel complesso, è stato un buon modo di cominciare questo fine settimana: abbiamo completato molti giri e test vari. Tuttavia, sento che la vettura non è ancora esattamente come la vorrei, quindi sono fiducioso che se riusciremo a fare ulteriori passi avanti stasera, domani potremo contare su prestazioni migliori”.

Daniil Kvyat (AT01-03, Car 26)
Prima Sessione di Prove Libere
Miglior Giro: 1:28.868, 10° pos., 21 giri
Seconda Sessione di Prove Libere
Miglior Giro: 1:28.426, 10° pos, 29 giri 

Prove libere del GP di Gran Bretagna 2020 con Daniil Kvyat della Scuderia AlphaTauri

“Penso sia stata una giornata produttiva, anche se la bandiera rossa ha un po’ compromesso la mia sessione, perché è stata esposta proprio mentre ero nel mio run con gomme nuove. Ho dovuto interrompere il giro e poi tornare in pista poco dopo con gomme usate, quindi sono stato un po’ sfortunato. A parte questo, oggi ci siamo concentrati su diverse cose e sono abbastanza soddisfatto del bilanciamento della vettura. Stasera analizzeremo tutto per vedere cosa possiamo fare per migliorare ancora in vista di domani”.

Prove libere del Gran Premio di Gran Bretagna 2020 con Daniil Kvyat della Scuderia AlphaTauri

Jonathan Eddolls (Chief Race Engineer):

“Dopo il primo intenso triple-header, siamo riusciti a tornare in factory. Durante la settimana il team ha fatto un grande sforzo per elaborare la grande mole di dati raccolta durante i primi tre eventi e cercare di comprendere i limiti della AT01. Siamo arrivati a Silverstone con nuovi elementi sulla vettura e diverse cose da provare relative all’assetto, quindi possiamo dire che è stato un venerdì particolarmente impegnativo.

Le temperature della pista oggi erano molto alte, quindi guardando ai risultati di oggi è qualcosa da tenere in considerazione, anche perché prevediamo un calo delle temperature per il resto del weekend. In realtà, le temperature delle gomme sono state problematiche oggi, in quanto era molto semplice surriscaldarle, in particolare con le alte pressioni che dobbiamo tenere qui. Quindi, l’auto girava in condizioni molto diverse rispetto agli eventi precedenti, dove temperature e pressioni erano più basse.

Abbiamo eseguito il nostro programma di test, ma sfortunatamente non tutto è andato liscio come avremmo voluto. Sotto il profilo prestazionale, in FP1 abbiamo fatto dei passi avanti. Durante le FP2 però, tra le bandiere rosse e il traffico, non siamo riusciti a tirare fuori il meglio dalle gomme Option nei run brevi. Ciò significa che c’è ancora molto margine e quindi dovremo esaminare tutti i dati, metterli insieme e tornare in pista domani con un assetto migliore per affrontare il resto del weekend”.