Pierre Gasly (AT02-05, Car 10)
Prima Sessione di Prove Libere – Miglior Giro: 1:12.515, 10° pos., 19 giri
Seconda Sessione di Prove Libere – Miglior Giro: 1:11.462, 7° pos., 29 giri

“Devo dire che oggi è stato davvero divertente, questa è una pista incredibile, decisamente unica, soprattutto la curva 3: è come scivolare in un toboga, con il banking. Ci sono state diverse interruzioni con le bandiere rosse, ma siamo comunque riusciti a completare gran parte del nostro programma di oggi. Non siamo andati bene come avremmo voluto, ma stasera lavoreremo sodo per tirare fuori un po’ di performance in più in vista di domani. Sono convinto che possiamo farlo. Penso che il traffico in Q1 potrebbe essere un problema, quindi devo cercare di stare fuori dai guai. Guardando alla gara, sarà molto complicato sorpassare, quindi la priorità è ottenere una buona posizione di partenza”.

 

Yuki Tsunoda (AT02-06, Car 22)
Prima Sessione di Prove Libere – Miglior Giro: Nessun tempo, 20° pos., 3 giri
Seconda Sessione di Prove Libere – Miglior Giro: 1:12.096, 13° pos., 31 giri

“Questa mattina stavamo provando alcuni componenti aerodinamici, ma c’è stato un piccolo problema alla PU che abbiamo dovuto analizzare e questo ci ha impedito di tornare in pista. Ho passato il resto della sessione a guardare molti video on-board degli altri piloti, per cercare di imparare il più possibile prima di tornare in azione nel pomeriggio. Nelle Libere 2 ho completato il mio primo giro veloce: ho cercato di non forzare all’inizio, perché su questa pista non ci sono molte vie di fuga. Alla fine, ero soddisfatto del mio giro. Chiaramente, stasera dovremo lavorare ancora, ma in macchina ero a mio agio ed è stato importante per il team avere questi dati, così da preparare le qualifiche. Penso che la qualifica sarà cruciale, in quanto sorpassare in gara sarà davvero dura. Spero di mettere tutto insieme nel momento che conta davvero domani”.

Jonathan Eddolls (Chief Race Engineer)

“È stata una giornata abbastanza complicata. Abbiamo avuto dei problemi con la macchina e ci sono state una serie di bandiere rosse che hanno influenzato il nostro programma di test. Durante la prima sessione, Pierre ha completato una serie di test aerodinamici prima della bandiera rossa. Poi avrebbe dovuto solo montare le Soft e fare un giro veloce, ma ha trovato troppo traffico. Yuki ha invece avuto dei problemi di affidabilità alla sua vettura durante la prima sessione e non ha potuto registrare alcun giro cronometrato, non proprio l’ideale su una pista per lui totalmente nuova. Si è trattato di un piccolo problema alla PU che siamo riusciti a risolvere: i meccanici hanno fatto un ottimo lavoro nel preparare la macchina in tempo per la seconda sessione.

Con entrambe le vetture abbiamo seguito il consueto programma del venerdì, con giri veloci su gomma nuova, per poi dedicarci ai long run alla fine della sessione. Yuki ha sfruttato questa sessione per costruire il suo ritmo e alla fine, con la gomma Soft, ha realizzato un giro di tutto rispetto. Pierre ha continuato con i test aerodinamici, raccogliendo utili dati da analizzare stasera. Pare ci manchi un po’ di ritmo sul giro singolo con la gomma morbida: stasera lavoreremo per migliorare la vettura. Inoltre, dato che questa è una pista nuova, passeremo un po’ di tempo ad analizzare tutti i dati GPS e video che abbiamo a disposizione per vedere le varie traiettorie in certe curve. La lotta a centro gruppo è particolarmente serrata, ma il nostro obiettivo di domani è il Q3”.