Pierre Gasly (AT01-04, Car 10)
Prima Sessione di Prove Libere
Miglior Giro: 1:20.124, 10° pos., 29 giri
Seconda Sessione di Prove Libere
Miglior Giro: 1:19.178, 7° pos., 26 giri

Prove Libere GP Portogallo 2020 con Pierre Gasly della Scuderia AlphaTauri

Non è stato un venerdì ideale, quello di Portimao. Ho scoperto la pista questa mattina nelle FP1 e devo dire che è davvero bella, con quei saliscendi che la rendono davvero piacevole. Sfortunatamente, durante le FP2 abbiamo avuto un problema e c’è stato un principio d’incendio, quindi stiamo ancora cercando di capire cos’è successo esattamente. Per questo motivo non ci è stato possibile fare un giro veloce con gomme morbide ed è un peccato, sarebbe stato bello poter vedere dove eravamo rispetto agli altri nei run corti. La nostra performance generale sembra abbastanza buona, anche se io non sono ancora pienamente soddisfatto della vettura e spero in un passo avanti per domani. Per essere ben preparati per le qualifica sarà fondamentale avere una FP3 pulita e puntare così a una buona posizione di partenza in vista di domenica”.

 

Daniil Kvyat (AT01-02, Car 26)
Prima Sessione di Prove Libere
Miglior Giro: 1:20.278, 13° pos., 32 giri
Seconda Sessione di Prove Libere
Miglior Giro: 1:20.729, 13° pos., 33 giri

Prove Libere Gran Premio Portogallo 2020 con Daniil Kvyat della Scuderia AlphaTauri

È stato molto difficile trovare il ritmo nelle FP2 e quindi ci sono delle cose non ancora completamente chiare e dovremo analizzare i dati che abbiamo raccolto. Al momento non c’è nulla di ottimale, ma è normale in una pista ancora molto scivolosa. Dobbiamo lavorare su alcune cose per capire cosa va meglio in queste condizioni. Non è stato bello guidare oggi in queste condizioni, con scarsa aderenza l’auto scivola ovunque: sarà una sfida diversa per noi. Dovremo fare delle modifiche sulla vettura per capire qual è il giusto equilibrio su questa pista”.

Prove Libere GP Portogallo 2020 con Daniil Kvyat della Scuderia AlphaTauri

Jonathan Eddolls (Chief Race Engineer):

“Nonostante la F1 abbia già fatto dei test qui nel 2009, Portimao è per noi una pista nuova. È stata completamente riasfaltata di recente e quindi all’inizio era molto scivolosa e con scarsa aderenza. Tenendo conto di una scelta di gomme più conservativa rispetto ad altri eventi della stagione e dell’intensità del vento, i piloti non hanno avuto vita facile durante la prima sessione. Tutti i team hanno utilizzato la gomma Base all’inizio delle FP1, così da rimuovere questo set aggiuntivo dalla propria assegnazione. Per noi, la priorità era quella di permettere a Pierre e Daniil di girare il più possibile, così da metterli in condizione di imparare il circuito, completare alcuni test aerodinamici e iniziare l’ottimizzazione dell’assetto. In condizioni di scarsa aderenza, il bilanciamento è stato di difficile lettura, ma la competitività era promettente.

Pierre ha accusato una foratura lenta sul secondo set di gomme e, per questo motivo, non ha completato il long run alla fine della sessione. È un peccato, perché adesso ci mancano i dati su quella mescola. Per le FP2, abbiamo apportato varie modifiche alla vettura, nel tentativo di migliorare bilanciamento e grip generale. La prima mezz’ora è stata dedicata al test sugli pneumatici Pirelli, che per noi era effettivamente “cieco”, ma che supporta lo sviluppo delle gomme per il 2021. Poi abbiamo cominciato a girare come da programma ma, sfortunatamente, la vettura di Pierre ha avuto un blackout e conseguente incendio: dobbiamo analizzare il problema una volta che la vettura sarà tornata ai box. Dopo la bandiera rossa, Daniil è andato in pista con gomme Option, ma si è dovuto fermare a causa di una seconda bandiera rossa, questa volta esposta a causa dell’incidente di curva 1. Quando la sessione è ripresa, le temperature non erano ideali e gli altri erano in pista con grandi carichi di carburante a bordo e questo non ha permesso a Daniil di fare un buon giro. Quindi, la classifica odierna non è del tutto rappresentativa. Abbiamo molti dati da analizzare stasera, anche se ci mancano quelli delle gomme sui long run e questo potrebbe rendere la gara di domenica ancora più interessante”.