Pierre Gasly (AT01-04, Car 10)
Prima Sessione di Prove Libere
Miglior Giro: 1:18.676, 5° pos., 30 giri
Seconda Sessione di Prove Libere
Miglior Giro: 1:18.244, pos. 8th, 30 giri

Prove libere GP Toscana 2020 con Pierre Gasly della Scuderia AlphaTauri

“Nel complesso è stato un buon venerdì, abbiamo completato entrambe le sessioni tra i primi 10. È stato impressionante e al tempo stesso divertente guidare queste vetture di F.1 su una pista del genere, con così tante curve veloci: fantastico! Non mi sento ancora completamente a mio agio in macchina, quindi faremo ulteriori modifiche per domani, così da provare a tirare fuori un altro po’ di performance dal nostro pacchetto”.

Daniil Kvyat (AT01-02, Car 26)
Prima Sessione di Prove Libere
Miglior Giro: 1:18.839, 7° pos., 31 giri
Seconda Sessione di Prove Libere
Miglior Giro: 1:18.736, 15° pos., 33 giri 

Prove libere Gran Premio di Toscana 2020 con Daniil Kvyat della Scuderia AlphaTauri

Oggi è andata bene. Siamo su una pista nuova, sicuramente un bel tracciato, molto divertente. Abbiamo fatto molti giri e siamo riusciti a imparare molto, cercando di capire anche cosa è meglio per la macchina qui. Avere fiducia è necessario per ottenere un buon bilanciamento della vettura. Credo che ci siano margini di miglioramento per domani e faremo del nostro meglio per fare dei passi avanti”.

Prove libere GP Toscana 2020 con Daniil Kvyat della Scuderia AlphaTauri

Jonathan Eddolls (Chief Race Engineer):

“Siamo alla terza gara del triple-header ed è dura per la squadra, anche se tutti hanno avuto una grande spinta con la fantastica vittoria di Monza. I festeggiamenti però sono durati poco, perché siamo subito partiti verso quella che è una nuova pista per la Formula 1. Non avevamo mai girato al Mugello nell’era ibrida, quindi ci sono state molte cose da preparare nel poco tempo a disposizione tra Monza e Mugello. Abbiamo continuato lo sviluppo della AT01 qui, quindi rispetto alla vettura che avevamo la scorsa settimana, ci sono nuove componenti sia sul fronte aerodinamico che su quello meccanico. Trattandosi di una nuova pista, abbiamo voluto dare l’opportunità ai piloti di girare il più possibile. Considerando però che dovevamo valutare anche i nuovi componenti, è diventata una sessione molto impegnativa. Abbiamo trovato un buon compromesso per raccogliere tutti i dati che ci servivano, oltre a dare agli ingegneri il tempo di trovare il bilanciamento ottimale.

Le Libere 1 sono andate bene ed eravamo soddisfatti, tutto sembrava funzionare come previsto. La seconda sessione è stata meno convenzionale: dovevamo capire le prestazioni in simulazione qualifica, ma anche valutare le gomme nei long run. Pierre ha avuto una buona sessione, mostrando buone performance. Dany ha invece faticato un po’ di più con il bilanciamento e il grip, in particolare con le gomme option. Non è riuscito a tirare fuori il massimo né nello stint corto che nel long run, quindi avremo un bel po’ di lavoro da fare stasera per dargli una vettura competitiva domani. Ci concentreremo sul comportamento delle gomme, così da fare la scelta migliore per la strategia di gara”.