Daniil Kvyat (AT01-02, Car 26)
Prima Sessione di Prove Libere
Miglior Giro: 1:36.738, 6° pos., 27 giri
Seconda Sessione di Prove Libere
Miglior Giro: 1:29.689, 6° pos., 43 giri

Prove libere GP Turchia 2020 con Daniil Kvyat della Scuderia AlphaTauri

“Penso sia stato un venerdì produttivo, abbiamo completato il nostro programma e siamo riusciti ad avere una discreta giornata su una pista per noi nuova. È un tracciato particolare, ma il grip era pessimo oggi. Stiamo cercando di capire cosa fare per rendere la macchina più veloce in queste condizioni. È la prima volta che corro qui e devo dire che la pista è davvero bella, peccato solamente per la mancanza di aderenza. Stasera lavoreremo per massimizzare le prestazioni della macchina in vista di domani”.

 

Pierre Gasly (AT01-04, Car 10)
Prima Sessione di Prove Libere
Miglior Giro: 1:35.543, pos. 4th, 26 laps
Seconda Sessione di Prove Libere
Miglior Giro: 1:29.944, pos. 7th, 43 laps

Prove libere Gran Premio Turchia 2020 con Pierre Gasly della Scuderia AlphaTauri

“Stamattina è stato un po’ traumatico scoprire quanto fosse scivolosa la pista. Ma, nel complesso, è stato piuttosto divertente guidare in queste condizioni. È davvero insolito guidare una F1 con così poca aderenza. Penso che dovremo rivedere un po’ quello che vogliamo fare domani con l’assetto e la strategia per il weekend e provare a ripartire da lì. La performance finora è sembrata buona, ma è tutto molto complicato, quindi non dobbiamo sbagliare un colpo se vogliamo essere competitivi domani”.

Prove libere GP Turchia 2020 con Pierre Gasly della Scuderia AlphaTauri

Jonathan Eddolls (Chief Race Engineer):

“Le condizioni che tutti i team hanno dovuto affrontare oggi hanno reso questa giornata piuttosto interessante e impegnativa, molto diversa dal solito! Sapevamo che con il nuovo asfalto, le gomme ad alto working range e la scelta conservativa della mescola dura sarebbe stato tutto più difficile, ma non ci aspettavamo un’aderenza così scarsa. All’inizio delle FP1 la pista era umida perché il circuito era stato pulito, ma anche quando è andato asciugandosi, i tempi sul giro sono stati più lenti di quanto ci saremmo aspettati girando con una gomma intermedia. In quelle condizioni, l’unica cosa che abbiamo capito è che far funzionare le gomme è la priorità. Abbiamo apportato delle modifiche alla vettura per le FP2 per cercare di recuperare un po’ di grip, intervenendo solo su aspetti fondamentali anziché affinando l’assetto. Per i nostri piloti non è stato facile fare i primi giri con gomme Base, mentre con le Option abbiamo fatto un buon passo avanti in termini di prestazione, confermando così che le modifiche andavano nella giusta direzione. Con questo asfalto nuovo, la prestazione della macchina è dominata dalle gomme e dalle temperature della pista. Domenica ci aspettiamo condizioni simili a quelle viste oggi. Per domani, invece, c’è la possibilità di pioggia che potrebbe rendere entusiasmanti FP3 e Qualifiche. Abbiamo fatto progressi con la vettura e stasera analizzeremo i dati per continuare a evolvere l’assetto nella giusta direzione”.