Pierre Gasly (AT02-05, Car 10)
Qualifiche – Miglior giro: (Q1) 1:47.828, (Q2) 1:46.641, 12° pos.   

“Non ho molto da dire adesso. Penso avessimo il passo per poter agilmente arrivare in Q3, quindi sono ovviamente frustrato. In queste condizioni, in Q1 ero davvero veloce e mi sentivo a mio agio con la vettura, sono riuscito a spingere subito. In Q2, però, sono rimasto fuori con un solo set di gomme che erano troppo consumate alla fine. Penso sia stato un grosso errore da parte nostra, ma ne parleremo con il team per capire meglio cosa è successo. Non passare in Q3 è stata un’occasione persa, ma adesso dobbiamo guardare avanti e capire cosa possiamo fare per recuperare il terreno perso”.

 

Yuki Tsunoda (AT02-06, Car 22)
Qualifiche – Miglior giro: (Q1) 1:48.854, (Q2) 1:46.751, 13° pos.   

“Sono abbastanza soddisfatto di oggi, sono entrato in Q2 ed è un passo avanti per me, soprattutto dopo ieri. I miei meccanici hanno lavorato sodo ieri sera per migliorare la vettura per le qualifiche di oggi e mi sono sentito un po’ più a mio agio con la macchina. Ovviamente, le condizioni erano completamente diverse da ieri, ma speriamo di poter vedere ulteriori miglioramenti domani, in condizioni di asciutto”.

Claudio Balestri (Chief Engineer – Vehicle Performance)

“Oggi ci aspettavamo la pioggia e così abbiamo cercato di prepararci nel miglior modo possibile. Le Libere 3 sono state cancellate e non è stato certo l’ideale: i nostri primi giri sul bagnato li abbiamo fatti direttamente in qualifica. In Q1, abbiamo deciso di uscire con le intermedie e stare fuori per l’intera sessione, usando un solo set. Era la strategia giusta, utilizzata dalla maggior parte delle squadre, e siamo riusciti a passare in Q2 con entrambe le vetture. In Q2, la pista si asciugava rapidamente e le gomme intermedie hanno sofferto un po’ di più rispetto a prima. Così abbiamo deciso di far rientrare Yuki per montare un nuovo set di intermedie, mentre abbiamo scelto di lasciare fuori Pierre. Una decisione che però non ha pagato perché, purtroppo, non è riuscito a entrare in Q3. Non possiamo definirci soddisfatti, perché oggi avevamo l’opportunità di conquistare una buona posizione in griglia, soprattutto con Pierre. Ormai non possiamo cambiare il risultato, quindi dobbiamo semplicemente concentrarci sulla gara per recuperare il più possibile”.

RISULTATI DELLA SESSIONE - CLASSIFICA COMPLETA

POSDRIVERTEAMTIME
1Lando NorrisMcLaren Mercedes1:41.993
2Carlos SainzFerrari1:42.510
3George RussellWilliams Mercedes1:42.983
4Lewis HamiltonMercedes1:44.050
5Daniel RicciardoMcLaren Mercedes1:44.156
6Fernando AlonsoAlpine Renault1:44.204
7Valtteri BottasMercedes1:44.710
8Lance StrollAston Martin Mercedes1:44.956
9Sergio PerezRed Bull Racing Honda1:45.337
10Esteban OconAlpine Renault1:45.865
Q2
11Sebastian VettelAston Martin Mercedes1:46.573
12Pierre GaslyAlphaTauri Honda1:46.641
13Yuki TsunodaAlphaTauri Honda1:46.751
14Nicholas LatifiWilliams MercedesDNS
15Charles LeclercFerrariNo Time
Q3
16Kimi RäikkönenAlfa Romeo Racing Ferrari1:49.586
17Mick SchumacherHaas Ferrari1:49.830
18Antonio GiovinazziAlfa Romeo Racing Ferrari1:51.023
19Nikita MazepinHaas Ferrari1:53.764
20Max VerstappenRed Bull Racing HondaDNF