Quale migliore occasione per conoscere da vicino il Circus della Formula 1 e provare a trasformare una passione in un vero lavoro? Questo è quello che vi offre Red Bull On Stage, il programma che investe nei giovani talenti e che ne porterà, per il terzo anno consecutivo, quattro a svolgere un’esperienza lavorativa straordinaria presso la nostra factory, con uno stage retribuito.

Dal sogno alla realtà, il passo è spesso più breve di quanto si possa pensare. Lo sanno bene i tre ragazzi che sono arrivati a Faenza lo scorso anno in qualità di stagisti e che ora sono membri effettivi del team: Mattia Contri, Gearbox and Systems Test Engineer; Simone Balilla, Production Engineer in forza al Machine Shop e Valerio Fino, Junior Buyer presso l’Ufficio Acquisti.

Mattia (in alto a sinistra è alla sua postazione in factory) si occupa appunto dei test al banco dei componenti del cambio e dei sistemi idraulici della vettura. “La mia esperienza qui in Toro Rosso può definirsi unica: tecnologie all’avanguardia, molte conoscenze da acquisire in poco tempo e il confronto con colleghi di grande esperienza mi hanno permesso di sfruttare al meglio il mio primo anno post-laurea”.

Simone (in basso a destra mentre lavora al Machine Shop), invece, si occupa di simulazione e analisi del ciclo di produzione, lavorando a stretto contatto con l’Ufficio Tecnico e il Reparto Qualità. “Sentirsi parte di questo team è bellissimo. Dopo quasi un anno qui, posso dire che si tratta di un’esperienza speciale e che non si smette mai di imparare”.

Valerio (a sinistra mentre parla al telefono con un fornitore) lavora invece nell’Ufficio Acquisti della Scuderia. “Esamino quali sono le esigenze dell’ufficio tecnico e poi procedo alla selezione dei fornitori più adatti alla produzione dei particolari richiesti. Dopo aver raccolto le offerte, si procede alla fase di contrattazione e al successivo ordine. Scoprire cosa c’è dietro una monoposto di F1 ed esserne diretto artefice è qualcosa di fantastico e, allo stesso tempo, un’esperienza formativa ad alto livello, sia professionale che personale”.

Ovviamente Mattia, Simone e Valerio vivono ancora insieme, come durante i mesi di stage. Ormai sono una squadra affiatata. Quando non sono al lavoro vivono la città di Faenza o si sfidano giocando con la consolle di casa, sia sui campi di calcio che sulle piste di F1. Gli sfottò calcistici tengono poi banco durante i weekend senza Grand Prix, quando Simone fa valere la sua fede juventina contro Mattia e Valerio, interisti un po’ abbacchiati quest’anno. A proposito, hanno battezzato la loro casa “idrovora”… non sappiamo bene perché.

Ragazzi normali insomma, ma che stanno tutt’ora vivendo il loro sogno nel cassetto. Se anche il vostro è lavorare in Formula 1, questo potrebbe essere il treno giusto con destinazione: Faenza! Avete tempo fino al 30 aprile per effettuare il test di preselezione, cliccando qui.