Ieri si correva in sostituzione di quello che sarebbe stato il primo GP “reale” del Vietnam, rimandato a data da destinarsi come molti altri weekend di gara di questa prima parte della stagione 2020, stravolta dalla pandemia da Covid-19. Tuttavia, utilizzando la piattaforma di gioco F1 2019 di Codemasters, che ovviamente non comprende il tracciato di Hanoi, si è corso lungo le strade dell’Albert Park Circuit di Melbourne, il cui GP reale invece è stato definitivamente cancellato, quest’anno. Il live stream, seguitissimo anche qui sul nostro sito, è iniziato ieri sera alle 21:00 CEST: 18 minuti di Qualifiche e gara da 28 giri con danni limitati, setup e performance uguali per tutti e aiuti alla guida, come ABS e controllo di trazione, opzionali.

Per noi, purtroppo, si è ripetuto un po’ il copione della scorsa gara: il caos della partenza e l’eccessiva irruenza di chi partiva dalle retrovie ha compromesso definitivamente, la gara dei nostri piloti, già dalle prime curve. Luca e Nunzio scattavano rispettivamente P11 e P14, con un “debuttante” Charles Leclerc in pole position, su Ferrari, al fianco di George Russell su Williams, in P2. Pronti via: Luca Salvadori sceglie di essere prudente e conservativo alla prima curva, ma viene centrato da chi gli stava alle spalle e si ritrova ultimo. Dopo qualche curva tocca anche a Nunzio, che nel marasma si ritrova anche lui in testa coda. Inizia così una lunga rimonta per entrambi: si ritrovano P16 e P17 dopo soli 2 giri.

Ma siccome l’obiettivo principale di questi Virtual GP, per i quali non vengono assegnati punti, è quello di regalare spettacolo ai fan, ecco che Salvadori e NU89 iniziano a battagliare correttamente e a risalire la classifica giro dopo giro, sempre uno davanti a l’altro, a distanza di sicurezza, con un gran lavoro di squadra. Buon ritmo, giusta strategia e sangue freddo li porteranno ai pit stop al giro 11 (per Luca) e 13 (per NU89) e a battagliare con Vandoorne (Mercedes), Davidson (Racing  Point) Fittipaldi (Haas) e Button (McLaren).

Davanti invece i distacchi sono tali per cui non si vedrà più alcuna schermaglia, da metà gara in avanti. Vince Charles Leclerc, davanti a Christian Lundgaard (giovane pilota dell’Academy Renault) e George Russell (Williams). Luca Salvadori, ,dopo un’ultima, bellissima battaglia contro l’ex campione del mondo di F1 Jenson Button, che la spunta d’esperienza, chiude in P12. Solido e costante alle sue spalle c’è NU89 in P13, dopo un lunghissimo duello, vinto, contro Andre Heimgartner (Renault), pilota neozelandese dell’Australia Supercars Championship.

 

Recensione F1 Virtual GP d'Australia 2020 con Luca Salvadori della Scuderia AlphaTauri

Luca Salvadori (P12):

“È stata una bella gara… nonostante la prima curva! Questa volta sono stato molto attento per evitare possibili contatti, ma qualcuno mi ha colpito da dietro e mi ha mandato in testacoda. Sono ripartito ultimo, ma con un buon passo e una buona strategia ho recuperato delle posizioni. È stato un peccato, perché con il ritmo che avevamo potevamo chiudere tra i primi otto. Speriamo possa esserci un’altra occasione per far bene”.

 

Recensione F1 Virtual GP d'Australia 2020 con NU89 della Scuderia AlphaTauri

Nunzio “NU89” Todisco (P13):

“È stata una buona gara. Sono contento, perché la concorrenza era di altissimo livello. In qualifica non sono riuscito a scendere sotto l’1:21, però in gara avevamo un buon ritmo e potevamo stare entrambi in zona punti, ma siamo stati un po’ sfortunati. Al primo giro sono finito in testacoda e ho dovuto battagliare un po’ nelle retrovie. Con Heimgartner siamo stati ruota a ruota per un sacco di giri, fino alla fine, ma sono riuscito a tenere la mia posizione”.

 

La Pro Exhibition race, con in pista nostri piloti Esports professionisti si è chiusa con la vittoria del nostro ex-pilota, Rasmussen (Red Bull Racing Esports). I nostri Marcel Kiefer e Patrick Holzmann hanno chiuso rispettivamente in P7 e P11. Potete rivedere tutta la diretta di ieri sera qui. La Formula 1 Esports torna il 19 Aprile con il Virtual Grand Prix della Cina!