È finita 1-1! Sì perché il bomber italiano, che correva per noi, ha battuto il collega belga, che invece era al volante dell’altra Red Bull Racing, in Qualifica. Mentre Courtois (P16 sotto la bandiera a scacchi) è poi finito giusto davanti al nostro Ciro in gara. In termini di velocità pura quindi l’ha spuntata il centravanti: non c’è da stupirsi! In gara poi, l’ennesimo tamponamento da dietro ha vanificato l’ottima qualifica di Ciro, che partiva P13 e che ha poi chiuso la gara in P17: che magari il bomber della Lazio sia troppo affezionato al suo numero di maglia… il 17 appunto? Scherzi a parte, la sua prestazione e l’impegno sono stati incredibili: passione per la Formula 1 e approccio da sportivo professionista hanno fatto il resto!

È andata un po’ meglio all’altro nostro pilota di giornata: Liam Lawson, pilota F3 del Red Bull Junior Programme. Il Neozelandese ha avuto qualche intoppo in Qualifica, riuscendo (nei 18 minuti della sessione) a mettere in cascina un solo giro pulito, che gli è valso la P9 in griglia. Alti e bassi anche per Liam, in gara: neanche lui è stato risparmiato dai contatti in partenza. Ma l’ottimo passo gli ha consentito di risalire fino alla P8 finale, al termine dei 28 giri di gara allo Shanghai International Circuit. Autorevole nelle schermaglie con Giovinazzi e Latifi, il 18enne di Pukekohe ha dimostrato freddezza e velocità, avendo poi la meglio su piloti molto più esperienti di lui.

 

Risultati Virtual GP Cina con Liam Lawson della Scuderia AlphaTauri

Liam Lawson (P8):

“Il risultato finale è stato un po’ frustrante. Durante le prove avevamo un ottimo passo e mi sentivo abbastanza in forma per la gara. In qualifica c’è stata una po’ di confusione, con un cambio di strategia all’ultimo minuto, così ho fatto un solo giro cronometrato che non era il massimo e sono partito nono. Alla prima curva tutti sono stati molto aggressivi e sono stato spinto fuori. La stessa cosa è successa al giro successivo. Una volta che si sono calmate le acque, ho iniziato la mia rimonta.

Sono partito con le gomme medie, così da allungare il primo stint mentre gli altri si fermavano e sono riuscito a stare in testa alla gara per un po’, tra quelli con le medie, grazie a un ottimo stint. Poi ho provato a montare la gomma dura e anche con quella il passo è stato molto competitivo. C’è stata una battaglia ruota a ruota con Giovinazzi, che è stato molto aggressivo, quindi mi ci è voluto un po’ per superarlo.

Alla fine, ho tagliato il traguardo in P8 e penso sia un buon risultato, considerando tutto quello che è successo, anche se è un peccato: se tutto fosse andato per il meglio all’inizio, avrei potuto lottare per i primi cinque posti. Grazie alla Scuderia AlphaTauri e a Red Bull Racing per questa opportunità!”.

 

Risultati Virtual GP Cina con Ciro Immobile della Scuderia AlphaTauri

Ciro Immobile (P17):

“È stata una magnifica esperienza potermi confrontare con i professionisti di questo sport: è una cosa che non mi ha fatto dormire la notte. Non nascondo che nelle ore precedenti la gara ero un po’ teso e continuavo a cercare i decimi che mi mancavano. Le qualifiche sono andate bene, partire in P13 non era male, anche se ho avuto un problema durante l’ultimo giro lanciato, in qualifica, e sono dovuto rientrare.

La gara è iniziata malissimo, il primo problema è stata la selezione della strategia, mi è stata montata una gomma media al posto della rossa. Poi, alla prima curva, mi sono ritrovato una macchina di traverso e mi hanno preso in pieno da dietro. Ripartendo dall’ultima posizione ho cercato di mantenere il mio ritmo, ma ero anche un po’ frustrato dal punto di vista psicologico, quindi non ho potuto dare il meglio di me. Senza le varie sventure avrei potevo avere il passo per rimanere intorno alla posizione di partenza, e poi magari chissà… con la strategia cercare addirittura di entrare in top ten. Grazie alla Scuderia AlphaTauri e a Red Bull Racing per questa opportunità, ho cercato di dare il massimo dall’inizio alla fine, com’è nel mio DNA!”

Il Virtual GP è stato preceduto dall’ormai consueta Pro Exhibition Race, con in pista tutti i sim racer professionisti dei team di F1 Esports. La gara, corsa su 14 giri, ha visto la vittoria di un redivivo Brendon Leigh su Mercedes, dominatore delle gare di F1 virtuale nel 2017 e 2018, ma poi inghiottito dal gruppo lo scorso anno. Dietro di lui il nostro ex-pilota, Frede Rasmussen per Red Bull Racing Esports. Marcel Kiefer e Patrik Holzmann invece hanno portato le nostre monoposto in P14 e P19 al traguardo.

L’appuntamento con il prossimo Virtual GP è fissato per il prossimo 3 maggio, in quello che sarebbe stato il weekend del reale Gran Premio d’Olanda: attualmente rinviato a data da destinarsi. Come saprete, la F1 Virtual GP Series si corre sul videogioco F1 2019 di Codemasters, che chiaramente non comprende le piste del calendario di Formula 1 2020. Per questo, nei prossimi giorni i fan potranno votare su quale tracciato si dovrà correre fra due settimane, sui canali social di F1.

Intanto potete riguardarvi tutta la gara di ieri sera, cliccando qui!