Anche stavolta la partenza è stata decisiva: in prima fila, il poleman Stoffel Vandoorne ha perso subito il posteriore andando a muro e creando così una carambola; più indietro, in ottava fila, il nostro Alessio Romagnoli, difensore del Milan e della Nazionale Italiana di Calcio, è stato purtroppo tratto in inganno dalla monoposto che lo precedeva, che si è mossa in anticipo rispetto allo spegnimento dei semafori. E così è stato jump start anche per Alessio, giusto per qualche millesimo di secondo: ha così dovuto scontare un drive through al secondo giro. Peccato, perché l’italiano aveva evitato il caos della partenza, innescato dall’errore di Vandoorne, e si era portato a ridosso della top ten.

In P17 partiva la stella inglese della Nazionale di Cricket, Stuart Broad che ha tenuto la posizione e si è ritrovato davanti ad Alessio dopo la penalità inflitta al calciatore italiano. Romagnoli passa, ma Stuart si lascia prendere dalla competizione e nel tentativo di restituire il sorpasso al compagno di squadra va in testa coda. La gara dei nostri piloti prosegue così tra le posizioni 16 e 18. I nostri due piloti, coinvolti anche grazie alla collaborazione dei nostri amici di Red Bull Italia e Red Bull UK, hanno un buon passo, a non più di un secondo dai migliori, ma la top ten è ormai lontana. Dopo il giro di pitstop, Alessio si è ritrovato dietro la Mclaren di Jelly (famoso youtuber del gaming). Il passo del rossonero è migliore: con una bella manovra alla S di Senna infatti il Capitano del Milan passa e chiude così la gara in P15, due posizioni davanti a Stuart.

Recensione Virtual GP Brasile con Alessio Romagnoli della Scuderia AlphaTauri

Alessio Romagnoli (P15):

“Mi sono divertito davvero tanto! Purtroppo, al via della gara, sono partito leggermente in anticipo, tratto in inganno dalla monoposto che mi precedeva. Ho così dovuto scontare un drive through subito dopo: al secondo giro. Peccato, perché avevo il ritmo per fare una grande gara. Voglio ringraziare di cuore la Scuderia AlphaTauri e Red Bull Italia per questa opportunità: è stata un’emozione bellissima, per qualche ora mi sono sentito un pilota. È stato veramente grandioso, grazie ancora a tutti!”

Recensione Virtual GP Brasile con Stuart Broad della Scuderia AlphaTauri

Stuart Broad (P17):

“In gara mi sono divertito, anche se non credo di esser stato veloce come in prova. Forse ero un po’ più teso, un po’ più nervoso. Ma ho fatto dei bei giri e mi sono ritrovato in lotta con Alessio per qualche giro, almeno fino a quando ho pizzicato la sua ruota posteriore sinistra e mi sono girato. Penso che se fosse stata una gara vera, saremmo stati chiamati a dare spiegazioni al nostro team! È stato divertente stare in pista con alcuni dei migliori al mondo, facevano dei tempi spaventosi! Sono un grande fan della Formula 1 e ora lo sono anche dei Virtual Grand Prix. Grazie alla Scuderia AlphaTauri e a Red Bull UK per avermi dato questa opportunità”.

Il prossimo appuntamento con il Virtual GP è tra una settimana, il prossimo 10 maggio. Se volete rivedere lo spettacolo della scorsa gara, potrete farlo cliccando qui!