Per celebrare i cinquant’anni di questo famoso premio, l’evento si è svolto a Milano, presso la sede di Pirelli, fornitore degli pneumatici in F1. Oltre ai tanti nomi legati al motorsport italiano, c’erano anche vere e proprie leggende della scena internazionale, tra cui Mario Andretti che ha ricevuto un premio alla carriera.

“Ho partecipato ad altri eventi del genere in passato, ma ricevere un riconoscimento in Italia, a casa della Scuderia Toro Rosso, rende tutto un po’ più speciale”, ha detto Carlos. “Stare sul palco con mio padre, mentre riceveva il premio alla carriera, è stato anche un momento d’orgoglio per la mia famiglia”.

Così come in molti Gran Premi del 2015, insieme al nostro pilota c’era infatti anche Carlos Senior. Questa volta, però, il padre non era lì solamente per accompagnare il figlio, ma perché era anche lui fra i premiati: Carlos “El Matador” Sainz ha infatti ricevuto un premio alla carriera per i suoi successi nei Rally. In realtà, la sua attività agonistica non è ancora conclusa perché, già a partire dal prossimo 2 gennaio, il due volte Campione del Mondo di Rally correrà la famosa Dakar.