Carlos Sainz

HOME
Quando si corre a CASA, le sensazioni sono piuttosto diverse rispetto a qualsiasi altra gara: ogni volta che si scende in pista ci sono molte più persone a guardare e applaudire e questo rende l’intero weekend molto speciale. Vado sul tracciato di Barcelona fin da quando avevo nove anni e adesso ci corro, è semplicemente incredibile. Naturalmente, l’intero fine settimana è un po’ più impegnativo del normale, ma si fa tutto con un grande piacere: so di essere un ragazzo molto fortunato.

GRANDSTAND
Avere la mia TRIBUNA è fantastico. L’iniziativa è partita lo scorso anno ed è andata bene, c’erano moltissimi tifosi a sostenermi e quest’anno ripeteremo l’esperienza. Ci saranno più di 4.000 persone quest’anno, quindi sarà ancora più grande e speciale del 2016. Passare lì davanti, ad ogni giro, sarà straordinario: non sto più nella pelle e spero che questa iniziativa possa ripetersi ogni anno, diventando una tradizione!

MEMORIES
Ho bei RICORDI dei miei Gran Premi in Spagna! Sapere che i miei due migliori weekend di gara in Formula 1 sono arrivati proprio nella mia gara di casa è qualcosa di veramente speciale. Ciò significa che tutto il sostegno che ricevo dai tifosi funziona, mi dà una spinta extra e, tutti insieme, diventiamo molto forti. Spero di poter continuare così anche quest’anno e aggiungere un altro bel ricordo alla lista!

JAMON
Ciò che mangio durante il weekend di gara è sempre lo stesso, indipendentemente da quale sia la parte del mondo in cui corriamo. Nel GP di casa non cambia molto: forse solo la domenica sera, nel caso in cui ci sia qualcosa da festeggiare, si esce a mangiare qualcosa di tipicamente spagnolo: in particolare, JAMON!

MOTOGP
Ho assistito anche ad alcune gare di MOTOGP a Barcelona. Mi piace molto l’atmosfera di questo sport, credo sia abbastanza simile a quella della Formula 1. Mi diverte molto guardare le corse a due e quattro ruote. Ho alcuni buoni amici nel Paddock della MOTOGP, come Marquez o Espargaro, quindi esprimo loro tutto il mio supporto quando posso.

 

Daniil Kvyat


TURN

Correre nel paese del tuo compagno di squadra significa sicuramente avere meno attenzioni su di te, che può essere una cosa positiva perché ti permette di concentrarti maggiormente sulla guida. Questo perché, di solito, quando sei nel suo paese d’origine è il tuo compagno di squadra a partecipare alla maggior parte degli eventi… Ci scambiamo i ruoli: l’ho fatto io in Russia, un paio di settimane fa! Ora è il TURNO di Carlos.

SPANISH
Conosco molte parole e parlo lo SPAGNOLO abbastanza bene. Io e Carlos siamo compagni di squadra da molti anni, quindi è stato facile tenersi allenati e continuare a imparare nuove parole… Avevo già buone basi, avendola studiata come seconda lingua a scuola, in Italia, quando ero più piccolo. Mi piace e non è stato difficile impararla. Mi piace anche il cibo spagnolo…

TENTH
Negli ultimi due anni in Spagna ho tagliato il traguardo DECIMO, ma spero possa fare meglio quest’anno!

TESTING
Facciamo molte PROVE a Barcelona, quindi è una pista che conosciamo tutti molto bene: ha diversi tipi di curve, da alta e bassa velocità, e ogni sezione ha caratteristiche differenti, che la rendono interessante. Direi che non dovrebbero esserci sorprese per noi qui! Le mie curve preferite sono la 3 e la 9, davvero belle! In generale, quello spagnolo è un bel circuito per me. Dopo aver raccolto una grande mole di dati durante i test, dobbiamo fare tutto assolutamente alla perfezione per essere in buona forma questo fine settimana.

TAPAS
Durante un fine settimana di gara non possiamo davvero sgarrare con il cibo, seguiamo una dieta ferrea, ma devo dire che mi piace veramente la cucina spagnola e cerco sempre, ad un certo punto del weekend, di procurarmi qualche tapas, in particolare per mangiarle con del jamon… se il mio allenatore me lo permette!