Sfortunatamente, il ritorno sulla pista spagnola, lo scorso fine settimana, è stato decisamente più amaro. Quindi, perdonateci se non ci soffermeremo troppo a parlare del quinto round del Campionato Mondiale di F1 2018. Pierre Gasly è stato competitivo fin dall’inizio del weekend e sabato pomeriggio si era qualificato dodicesimo. Tuttavia, al primo giro della gara, il nostro pilota francese è stato costretto al ritiro dopo essere stato incolpevolmente coinvolto nell’incidente provocato da Romain Grosjean. Brendon Hartley ha vissuto un brutto fine settimana. Il fatto che sia rimasto illeso dopo quell’incidente occorso nell’ultima ora di prove libere e che la monoscocca della STR13 non si sia danneggiata, è la chiara testimonianza del grande lavoro svolto in ottica sicurezza negli ultimi decenni, sotto la supervisione della FIA.

La Spagna ha ospitato il primo fine settimana europeo della Formula 1 e nel paddock sono tornati i camion delle squadre e le hospitality. La nostra Energy Station, che condividiamo con i colleghi di Red Bull Racing, è un punto di riferimento ben noto, ma anche la Honda ne ha una tutta nuova. Compatta e discreta, è un’oasi di pace e tranquillità. Ed è senza dubbio il miglior ristorante giapponese in F1! Dopo il fine settimana del Gran Premio, siamo rimasti a Barcelona: oggi iniziano i due giorni di test collettivi sulla pista spagnola. Al volante della nostra STR13 c’è il pilota indonesiano di Formula 2, Sean Gelael, che domenica nella gara sprint ha ottenuto un buon sesto posto. Mercoledì, invece, toccherà a Pierre Gasly rimettersi al volante e concludere le prove.