I nostri giovani rookie sono stati entrambi fantastici, aiutati da un eccellente lavoro di squadra in garage. Per entrambi i piloti è la miglior qualifica di sempre, anche se Max aveva già conquistato un sesto posto, nelle Qualifiche del GP di Malesia. Si tratta anche del miglior risultato di squadra stagionale in qualifica per il nostro team e anche del migliore nella storia della Toro Rosso sul Circuit de Catalunya.

Galvanizzato dalla voglia di far bene nella gara di casa, Carlos ha subito fatto segnare il quarto tempo più veloce in Q1, mentre Max ha chiuso nono. Anche la Q2 è andata molto bene, con i nostri ragazzi attestati in quinta e sesta posizione. Come se la sono cavata nella scalata alla Top Ten? La pressione saliva e c’era molta tensione in garage mentre si avvicinava l’ultima fase delle qualifiche. I nostri piloti non hanno fatto un solo passo falso e il team ha gestito bene il timing dei loro run, facendo in modo che la terza fila diventasse unicamente un affare targato Toro Rosso.

Tanta gioia quindi nella nostra hospitality, più affollata che in ogni altro appuntamento di questa stagione, per la felicità del nostro sponsor spagnolo, CEPSA, che naturalmente è stato molto lieto del risultato. Grande soddisfazione anche a Faenza, dove il team che lavora in fabbrica ha seguito l’azione in pista insieme al nostro direttore tecnico, James Key, che non è presente in questa gara perché già molto impegnato nello sviluppo della vettura 2016. Lui e tutta la squadra possono essere molto orgogliosi di quello che la STR10 ha ottenuto quest’oggi.

In pista intanto c’è stato un cambio al vertice, rispetto a quanto visto finora, con Nico Rosberg che ha avuto la meglio sul suo compagno Lewis Hamilton. Il tedesco si è assicurato la sua prima pole stagionale. Terzo ancora una volta Sebastian Vettel su Ferrari, divide la seconda fila con Valtteri Bottas e la sua Williams.

L’euforia nel box Toro Rosso ha presto ceduto il passo al normale lavoro di debrief del dopo-qualifiche, per prepararsi alla parte più importante del weekend, la gara di domani, quinto appuntamento del mondiale di Formula1. Oggi un vento trasversale piuttosto forte e delle temperature più alte di quanto ci si aspettasse hanno complicato la vita sul tracciato. Queste condizioni hanno reso ancora maggiore lo stress sugli pneumatici, su una pista che li mette già a dura prova a causa di un asfalto molto abrasivo e di una serie di curve ad alta velocità. Di conseguenza, anche se in questa pista è piuttosto difficile superare, domani diverse strategie potrebbero rendere la gara molto affascinante. Mantenere la nostra posizione in griglia sarà difficile, perché abbiamo delle macchine molto veloci dietro di noi, ma il nostro obiettivo rimane quello di portare a casa molti punti.