La mattinata del giovedì, se non si sta attenti, può anche volare: ci si ritrova a salutare persone che non vedevi dallo scorso novembre, ad Abu Dhabi, e non resta molto tempo per concentrarsi sul proprio lavoro. Nella lista delle cose da fare, per questo primo appuntamento, ce n’è una in particolare: tutti i piloti posano con tuta e casco, per le foto ufficiali della FIA.

Le immagini e i video che vedrete nelle grafiche TV, però, sono state realizzate già durante gli otto giorni di test invernali. In effetti, le prove pre-stagionali vengono sfruttate anche per svolgere piccoli compiti istituzionali, così da risparmiare tempo prezioso durante il weekend di gara: per esempio, sia Carlos Sainz che Max Verstappen hanno completato il “Jump Test”, ossia la prova di sicurezza che consiste nello sganciare le cinture e balzare fuori dall’abitacolo della STR11 in meno di 5 secondi.

Per quanto riguarda il resto del programma, le cose da fare saranno qui le stesse di sempre, ma farà eccezione il classico meeting sugli pneumatici che avrà un sapore un po’ diverso quest’anno: piloti e ingegneri dovranno discutere di tre mescole diverse – Medium, Soft e Supersoft qui all’Albert Park di Melbourne – anziché le due a disposizione negli anni precedenti.

È interessante notare come un anno può fare la differenza nella vita di un pilota: Carlos e Max adesso fanno tutto con disinvoltura, mentre dodici mesi fa per loro era tutto completamente nuovo, incluso il ritrovarsi in un bagno di folla, il giovedì mattina, per la sessione-autografi. Anche oggi erano lì, a godersi un tiepido clima autunnale, tra i tifosi desiderosi di augurare loro buona fortuna per il fine settimana; ed era facile vedere tanto Tricolore lì in mezzo, ma la cosa non ci sorprende: gli italiani sono la seconda comunità più grande in questa città.

Dopo le edizioni disputate ad Adelaide, questo è il ventesimo anno che il Gran Premio d’Australia si tiene nella capitale dello Stato di Victoria e ormai gli abitanti di Melbourne hanno certamente preso a cuore l’evento, abituati come sono ad ospitare eventi sportivi di livello internazionale.

Se come noi, anche voi non aspettate altro che vedere la pista prendere vita, non dimenticate che le Prove Libere qui scattano più tardi del solito, con la luce rossa della pit-lane che si spegnerà alle 12:30 locali per le Libere 1 e poi di nuovo alle 16:30, per la seconda sessione. In Italia, saranno rispetivamente le 2:30 e le 6:30 di domattina. Tuttavia, per avere un quadro più chiaro in termini di performance, potrebbe essere necessario attendere l’ultima ora di prove libere di sabato, dato che il meteo prevede pioggia per la giornata di domani.