Già prima che la quarta sessione di qualifiche della stagione entrasse nel vivo, gli uomini della Toro Rosso sapevano che sarebbe stato un pomeriggio difficile, sebbene l’obiettivo sia sempre stato la Q3. Max Verstappen ha lottato duramente per conquistare il 14° posto in Q1, riuscendo così a prendere parte alla seconda manche delle prove. A bordo dell’altra STR10, Carlos Sainz è riuscito più agevolmente a stare in undicesima posizione.

La differenza prestazionale tra la gomma a mescola Media e quella Morbida, questa sera, è stata di circa 2 secondi, dunque tutti hanno utilizzato gli pneumatici Soft per passare sia la tagliola della Q1 che quella della Q2. Per il primo tentativo della Q3 sono state utilizzate gomme morbide usate, per poi passare ad un nuovo set per il rush finale, dove Carlos si è assicurato il nono tempo, che lo vedrà scattare dalla parte interna della quinta fila, davanti alla Lotus di Romain Grosjean. Quella del pilota spagnolo è stata una grande prestazione, oltre le sue stesse aspettative, specie dopo le difficoltà dell’ultima ora di prove Libere di oggi. I problemi di Max – troppo sottosterzo – hanno portato l’olandese a fermarsi in Q2, accontentandosi così del quindicesimo posto, in ottava fila: anche lui troverà al suo fianco una Lotus, quella di Pastor Maldonado.

Teoricamente, con le stesse mescole portate da Pirelli in Cina, ancora una volta la strategia più veloce potrebbe essere quella a tre soste, ma lo scenario più plausibile è quello che vede i piloti fermarsi per due pit-stop. Secondo le regole, Carlos dovrà iniziare la gara con il set di pneumatici utilizzato alla fine della Q2, mentre Max potrà scegliere liberamente con quali partire, essendo rimasto fuori dai primi dieci.

Qui in Bahrain, finora la gara più vicina all’Europa da quando la F1 ha preso il via quest’anno, sembra essere andata in onda una puntata di “Full House”, per via della presenza delle famiglie dei nostri piloti. Mentre Jos Verstappen e Carlos Sainz “Senior” hanno accompagnato i loro figli a tutte le gare, qui sul circuito di Sakhir sono arrivate anche le rispettive mamme, venute a vedere come vanno i loro ragazzi. Ognuno dei nostri piloti ha poi una sorella: anche loro hanno fatto una gita sin qui, in Bahrain. Insomma, questo weekend è un vero e proprio… affare di famiglia.