Sorprendentemente, considerando che questo è il secondo anno per le nuove regole sulle Power Unit, ci sono state ancora meno vetture al traguardo rispetto al Gran Premio d’Australia del 2014. Valtteri Bottas della Williams non ha potuto prendere parte alla gara a causa del dolore accusato ieri alla schiena, mentre la McLaren di Kevin Magnussen e la Red Bull di Daniil Kvyat non hanno avuto modo neppure di schierarsi sulla griglia di partenza. I due piloti della Lotus non sono stati nelle condizioni di completare il primo giro e anche la Ferrari di Raikkonen si è dovuta ritirare. Quindi, considerando anche che le due Manor non hanno preso parte alla competizione, abbiamo avuto una campo di battaglia poco affollato. Questa sarebbe stata l’occasione giusta per raccogliere un buon bottino di punti, ma non è stato così per la Toro Rosso.

Carlos e Max hanno corso con differenti strategie per quanto riguarda l’uso degli pneumatici, con lo spagnolo che ha fatto la stessa scelta della maggioranza dei piloti in griglia, partendo con le Soft, mentre Max si è schierato con gomme Medium. Entrambi hanno avuto una buona partenza: Carlos è salito dalla settima alla quinta posizione e Max dalla dodicesima alla nona. Lo spagnolo era sesto quando ha effettuato il suo primo pit stop al giro 24: sfortunatamente, un problema alla ruota posteriore sinistra ha allungato molto il tempo della sua sosta, facendolo scivolare in dodicesima posizione. Una volta montate le gomme a mescola media, il piano è stato quello di non fermarsi più fino alla bandiera a scacchi. Questo, naturalmente, gli ha dato pneumatici abbastanza usurati nelle fasi finali, quando non è riuscito più a tenere a bada Ericsson che montava gomme più fresche e, così, ha perso il suo ottavo posto.

Anche Max era salito fino alla la sesta posizione, ma dopo aver effettuato il pit-stop al giro 32, ha dovuto parcheggiare la sua STR10 sul prato, vicino l’ingresso della pit lane. Comunque, possiamo dire che i nostri rookie hanno tenuto una condotta di gara matura e sono destinati ad avere una stagione solida, nella speranza di ripartire con un ulteriore passo in avanti tra due settimane sul circuito di Sepang in Malesia.

Chi ha vinto? La Mercedes, ovviamente, con Lewis Hamilton davanti a Nico Rosberg, mentre al terzo posto si è classificato il nostro ex pilota, Sebastian Vettel, che ha conquistato il podio alla sua prima apparizione con la Ferrari.