Così, ogni dicembre – a motori spenti e mente fredda – diventa il momento ideale per tirare le somme e rendersi conto di quanto si è davvero fatto. E dire che questa sia stata per noi un’ottima annata, forse è solo un eufemismo. Sì…perché, a conti fatti, abbiamo scritto un’altra gran bella pagina della storia della Scuderia Toro Rosso, con due podi che hanno mandato in delirio noi e i nostri più affezionati fan.

La stagione è inizia col piede giusto: Daniil è tornato in Formula 1 dopo un anno lontano dalla pista e in Australia si ha subito inaugurato l’anno con un piazzamento a punti. Al suo fianco, per dodici gare, ha avuto Alex Albon: rookie thailandese che, una volta abbassata la visiera, si trasforma in un pilota caparbio e con tanta voglia di imporsi. È infatti andato a punti già alla seconda gara in Bahrain, entrando in top ten anche in Cina, in occasione del GP numero 250 della Scuderia Toro Rosso. La soddisfazione di vedere entrambe le nostre STR14 tra i primi dieci è arrivata nella gara più difficile, quella tra i muretti del Principato di Monaco, mentre il loro miglior risultato insieme resta quello arrivato sotto il diluvio di Hockenheim, al Gran Premio di Germania, dove abbiamo riscritto la nostra storia con un podio fantastico! Daniil ha infatti conquistato un meraviglioso terzo posto, mentre Alex completava una giornata epica con il suo sesto posto finale. Una prestazione fantastica in una gara complicata, dove una strategia ben eseguita ha giocato un ruolo fondamentale nel risultato finale.

Poi è arrivato il momento dello shutdown, ma le nostre ferie sono state un po’… più calde del previsto. Con Alex passato in Red Bull Racing per il prosieguo della stagione, Pierre Gasly è tornato a Faenza. Un cambio che però non ha influito sulle sue prestazioni, anzi! Il nostro pilota francese, da lì in avanti, è andato a punti in cinque gare su nove, regalandosi – e regalandoci – anche l’immensa gioia del suo primo podio in carriera, conquistando il secondo posto al Gran Premio del Brasile, in uno storico ed eroico finale in volata, contro la Mercedes di Lewis Hamilton.

Un gran lavoro di squadra che ci ha portato a conquistare 85 punti in totale, due podi e il sesto posto in classifica costruttori, a un passo dal quinto. Adesso, però, è tempo di alzare il piede dall’acceleratore, rallentare e goderci il momento…anche se solo per poco. La prossima stagione è praticamente dietro l’angolo e c’è ancora tanto da fare. Giusto qualche giorno di relax, insieme alle nostre famiglie, per poi ripartire più carichi che mai. Ci rivedremo nel 2020, per affrontare insieme una nuova ed entusiasmante stagione, nuove sfide e nuovi traguardi… Buone Feste a tutti voi!