F1 Esports: come si diventa Pro

Pubblicato il 26/11/2018

Il mondo dell’Esport ha ormai conquistato anche la Formula 1 e nella Pro Series 2018 la Scuderia Toro Rosso ha portato a casa la seconda posizione nel Campionato Costruttori, grazie ai brillanti risultati di Fredrik Rasmussen (18 anni, danese), Patrik Holzmann (24 anni, tedesco) e Cem Bolukbasi (20 anni, turco). Scopriamo come si allenano, come si sono avvicinati a questo sport e come sono diventati amici.

I videogame non sono più semplicemente dei giochi: si sono trasformati in una grande competizione globale. Ma come si arriva a gareggiare nella F1 Esports Pro Series? Con la passione, il talento, ma anche con tanta dedizione e molta pratica: i nostri ragazzi si allenano quotidianamente sia a casa propria che, tutti insieme, a Milton Keynes, insieme ai loro colleghi di Red Bull Racing. I nostri Esports driver guardano alla carriera da Pro come ad un vero e proprio lavoro per il loro futuro. Un mondo questo che può rappresentare un’opzione anche per tanti giovani piloti che vengono dal mondo della pista reale. È il caso, per esempio, di Cem: ha avuto un passato da pilota ed è arrivato a testare anche vetture di Formula 4 e Formula 3.