La nostra galleria del vento si trova in uno dei numerosi complessi industriali che circondano la città, lungo le sue periferie rurali. Molto rapida la sua espansione, lo scorso anno è stata nominata come nuova “città giardino” da parte del governo britannico, con la promessa di realizzare fino a 13 mila nuove case da costruire nei prossimi anni. In effetti, l’espansione è già iniziata lungo la strada che porta alla cittadella universitaria di Oxford, dove iniziano a sorgere i nuovi complessi abitativi.

La storico mercato è stato rinnovato un paio d’anni fa, grazie a un restauro che ha però mantenuto i tratti caratteristici degli edifici. Il centro della città ha recentemente visto l’apertura di nuovi negozi e locali lungo la strada principale, che è ora zona pedonale. Il più famoso dei punti vendita è certamente l'”Outlet Store”, che attira visitatori letteralmente da tutto il mondo, in particolare dall’Estremo Oriente.

Non c’è da stupirsi nel trovare la nostra sede inglese qui, in questa città che è al centro di quella che è considerata la Silicon Valley della Formula 1, con diverse squadre e una miriade di fornitori che hanno le loro sedi in zona o lungo il corridoio tra la M4 e la M10 ad ovest di Londra. E anche il circuito di Silverstone, la casa del motorsport britannico, è a solo mezz’ora di distanza, anche se occorre molto di più per raggiungerlo durante il weekend del Gran Premio di Gran Bretagna.

C’è un dialogo costante tra il personale che lavora a Faenza e quello che opera nella nostra sede inglese. Ma, a parte questo, Bicester ha già una forte connessione con l’Italia: la città è gemellata con Novi Ligure, in Piemonte.