L’innovativo format della World Run è ancora quello della sua prima edizione, svoltasi nel 2014: il traguardo insegue i corridori. Infatti, la distanza percorsa sarà registrata nel punto in cui la Catcher Car vi supererà. Diversi piloti della famiglia Red Bull, in questi anni, sono stati alla guida delle auto “inseguitrici”, tra cui Carlos Sainz, Max Verstappen, David Coulthard e Mark Webber.

Oltre 20 le location mondiali in cui si correrà, la maggior parte delle quali in Europa: se anche voi volete “correre per chi non può”, basta andare su www.wingsforlifeworldrun.com dove potrete trovare tutte le informazioni più rilevanti, oltre ad alcuni consigli su come allenarsi, da parte di atleti di livello mondiale. E, naturalmente, se siete fan della Toro Rosso sarete in buona compagnia, dato che quest’anno parteciperemo iscrivendo una nostra squadra. In passato, diversi membri del nostro team si sono già cimentati nella competizione, ma questa volta lo faremo come team. Correre sui circuiti dei Gran Premi è una pratica piuttosto usuale per chi lavora in F1 e alcuni dei nostri ragazzi che prenderanno il via da Milano, hanno già corso delle maratone e, dato che lavorano nel mondo del motorsport, non c’è da stupirsi se lo faranno in maniera super competitiva. Tra il gruppo di Faenza e quello britannico – composto dai colleghi della nostra galleria del vento di Bicester, Inghilterra – che correrà a Cambridge, ci sarà sicuramente un po’ di sana competizione.

Se pensate di esserci, a Milano o a Cambridge, fateci un saluto: riconoscere i runner della Scuderia Toro Rosso sarà semplice, dato che indosseranno i colori del team. Provateci… venite a correre anche per chi correre non può!

Per essere sempre aggiornati sulla Wings for Life World Run 2017, seguite anche i profili social ufficiali:

Facebook
Twitter
Instagram
You Tube